Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

L’innovazione che salva dal Covid-19: Dilapay un esempio.

Pubblicato

-

Alessandro Cotturri Dilapay

Intervista a Alessandro Cotturri di Dilapay : “Il COVID-19 per noi è stato un acceleratore del business e ha portato un extra lavoro importante”.

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase dell’emergenza COVID-19?

Alessandro Cotturri : La situazione per noi è positiva anche se mi dispiace molto per i danni creati da questa situazione.

Noi siamo abituati in ogni situazione a valutare le opportunità e non soltanto i rischi e le difficoltà proprie correnti.

Ogni momento benché difficile porta con se opportunità e nuovi mercati e business.

In questa fase abbiamo avuto un incremento di lavoro inaspettato.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce Dilapay?

Alessandro Cotturri : Sono un dottore commercialista di Milano che ha sempre lavorato nel mondo dello sviluppo d’impresa.

Per intenderci non mi interessa tanto il passato ma cosa vuole fare l’azienda cliente domani, i suoi obiettivi i suoi desideri.

Affiancato a queste consulenze abbiamo maturato l’idea di creare strumenti e non solo consigli.

Era il 2017 e la crisi delle azienda era sul credito.

Siamo quindi intervenuti a portare in Italia uno strumento già noto nel mondo americano.

L’idea iniziale partì da mia moglie che vide nel modello brasiliano del pagamento a rate con carta di credito un’opportunità per l’Italia.

Così ci documentiamo e copriamo che nel dicembre 2017 l’Italia aveva ratificato una direttiva europea (c.d. PSD2) che apriva le porte a questa soluzione.

Così nasce Dilapay e si diffonde velocemente in tutto il Paese fra le imprese che avevano bisogno di incassi più sicuri.

Io sono ancora dottore commercialista, ma ancora di più oggi il mio staff di circa 60 persone e 6 sedi in Italia gestisce start up e progetti innovativi. Dilapay continua a crescere.

Come innova Dilapay?

Alessandro Cotturri : L’innovazione è un concetto lontano dagli schemi mentali dell’uomo.

Ogni persona non può decidere di innovare.

Il passaggio è troppo lungo.

La persona prima di tutto, e lo diciamo a tante imprese che vogliono rinnovarsi, deve individuare la criticità.

Una difficoltà ,un intoppo che oggi non è stato risolto nel suo settore dove opera.

Individuato poi si passa allo schema o modello che risolve la criticità individuata.

La nostra azienda per se stessa e per gli altri usa questo modello di innovazione.

E continuiamo ogni giorno ad applicarlo per migliorare la vita dell’uomo.

Per i modelli e schemi abbiamo tantissimi strumenti interni che semplificano questo passaggio.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito Dilapay e come state affrontando questa crisi?

Alessandro Cotturri : Il COVID-19, come tutte le crisi economiche non porta solo difficoltà, ma porta con se opportunità e indicazioni di come il mondo potrà cambiare.

Per esempio dopo la crisi del 1890 il mondo si rialzò grazie alla meccanizzazione industriale, dopo il 1929 con la meccanizzazione dell’agricoltura, e così via.

Oggi è l’innovazione tecnologica che sta portando il mondo fuori dalla crisi.

È il nostro campo.

Il COVID-19 per noi è stato un acceleratore del business e ha portato un extra lavoro importante.

Le persone in stato di difficoltà o si deprimono o cercano soluzioni nuove.

Noi lavoriamo sulle nuove soluzioni.

Affrontiamo la crisi sostenendo i progetti innovativi nostri e dei nostri clienti.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Alessandro Cotturri : Abbiamo fortificato di più l’idea che la ricerca delle soluzioni è il punto per la sopravvivenza e la crescita.

La flessibilità è un’altra arma essenziale.

Il mondo cambia e noi dobbiamo cambiare insieme a lui per non rimanere indietro.

Dobbiamo essere disposti a mettere in discussione tutto ciò che abbiamo fatto fino a questo momento, compresa l’esperienza di lavoro, gli studi, tutto.

Le decisioni difficili sono in questo senso.

Poi per il resto non abbiamo messo nessuno in cassa integrazione e non abbiamo chiesto nessun aiuto covid.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come vi proiettate, voi stessi e Dilapay nel futuro?

Alessandro Cotturri : Ripeto non ci focalizziamo mai sulle difficoltà.

Ogni periodo porta con se sfide, opportunità. La soluzione magari è affianco a noi un passo indietro e non la vediamo.

Ottimismo e flessibilità.

Il campo di osservazione se si vuole trovare l’”uscita” deve essere per forza più ampio.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Alessandro Cotturri : Non posso dire che non abbiamo competitor, ma non ci preoccupiamo di quello che fanno e sicuramente non cerchiamo mai di imitarli.

Dobbiamo andare oltre e seguire la nostra filosofia.

Ci concentriamo sul futuro e non su quello che accade nel presente o con i competitor.

Il vostro sito Web ?

Alessandro Cotturri : www.dilapay.com

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Alessandro Cotturri : Ogni emergenza ci insegna.

Questa pure ci insegna il valore della salute e il rispetto delle persone.

Ma si esce sempre dalle difficoltà con l’innovazione e non con gli aiuti.

 

Co-Founder & COO at Startup.info. Passionate about the startup world and the role of entrepreneurship in our society.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month