Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Alessandro Greco ci racconta di Easy Cloud: Quando l’Italia stremata dal Covid si scopre più Digitale che mai

Pubblicato

-

alessandro greco easy cloud

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase dell’emergenza COVID-19?

Alessandro Greco: Tutti bene, lavoriamo e studiamo tutti in modalità agile/remote work.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale.

Alessandro Greco: Dopo gli studi Universitari ho lavorato per circa 10 anni presso aziende leader di mercato quali Cisco, a suo tempo i principali player internazionali proponevano il modello “Managed Services” ovvero servizi in ambito IT gestiti da System Integrator e Player del mondo dell’offerta. Con l’innovazione tecnologica della virtualizzazione delle infrastrutture , abbinata al modello di IT come servizio di fatti nasceva il mondo del Cloud Computing nel lontano 2010. Da lì l’idea di diventare la prima azienda in Italia per proporre i servizi Cloud di classe Enterprise alle piccole e medie imprese , infatti il Cloud consente una scalabilità sia verso l’alto ma anche verso il basso, rendendo possibile l’utilizzo di qualunque applicazione in modalità servizio , pagando un canone mensile sostenibile. Oggi il Cloud è una tecnologia matura e riconosciuto come elemento abilitatore per la digital transformation sia delle piccole sia delle grandi aziende.

Come innova Easy Cloud?

Alessandro Greco: La nostra azienda innova su due aree principali, da un lato facciamo scouting di nuovi servizi e tecnologie da proporre ai nostri clienti in modalità Cloud (SaaS, PaaS, IaaS) . Al tempo stesso investiamo in formazione executive e di alta qualità presso Business School e centri di ricerca in quanto crediamo che il capitale umano sia l’elemento unico di differenziazione nella nuova economia digitale. Oggi stiamo lavorando, investendo e agendo per essere pronti all’era post-covid.

Alessandro Greco Easy Cloud

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito Easy Cloud e come state affrontando questa crisi?

Alessandro Greco: Il Covid ha da un lato introdotto nuove criticità e difficoltà, per esempio non poter andare dai clienti o dover gestire i progetti da remoto limita l’efficacia e avvolte la qualità del lavoro ; crediamo in un giusto equilibrio nel modo di lavorare , ma essere chiusi in casa è sicuramente un limite. Al tempo stesso il Covid è stato un elemento di accelerazione dei processi di digitalizzazione e ha fatto aumentare la domanda di servizi e progetti in ambito Cloud e Digital, nel primo lock-down abbiamo visto fatturati e consumi 5-6 volte superiori rispetto all’anno precedente, il timore più alto era il rischio che i clienti non fossero in grado di pagare perché molti in modalità lock-down.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Alessandro Greco: Il mercato in Italia , probabilmente anche quello globale, diventa sempre più “duro” e i clienti come risposta alla crisi globale chiedono ai fornitori di abbassare le tariffe, alcuni anche del 30% perché assumono che lavorare da remoto giustifichi una riduzione delle tariffe. Ci sono certo aziende che approfittano della situazione sapendo che molte aziende sono in difficoltà. Le scelte antipatiche sono quelle di ridurre l orizzonte di investimenti a 6 mesi, quindi questo mette le aziende nella situazione di non crescere e di avere come priorità lo stare nei costi e attendere tempi migliori per nuove iniziative e investimenti più strutturali e strategici.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come proiettate, voi stessi e Easy Cloud nel futuro?

Alessandro Greco: Remote working, flessibilità oraria , tutti gli strumenti possibili (es. mascherine FPP2 e non quelle chirurgiche), si cerca di evitare stress inutili e ci si focalizza solo sulle cose più importanti, quindi si lavora se vogliamo con meno pressioni per compensare lo stress intrinseco che la pandemia e i lockdown stanno causando.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Alessandro Greco: Essendo di fatti micro-imprese e fortemente specializzate non abbiamo molti competitor, le difficoltà sono quelle di trovare PMI che sono nella condizione di investire e nelle grandi aziende dobbiamo sempre cercare di essere molto bravi per far si che si giustifichi l’investimento in consulenti esterni, in quanto per i motivi legati alla pandemia il settore sta subendo tagli e ridimensionamenti notevoli per ridurre i costi.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Alessandro Greco: Sono convinto che ci sarà al più una terza ondata, l’intero genere umano sta investendo tantissimo per trovare una soluzione al coronavirus quindi nell’arco di 12-18 mesi si tornerà alla normalità. L’importante che si individui una soluzione efficace entro la fine dell’anno, e sembra sarà così, in modo tale da ripartire e tendere alla normalità già da primavera 2021.

Link utili:

http://www.easycloud.it/

Co-Founder & COO di Startup.info, appassionato del mondo Innovazione e Startup.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria