Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Andrea Boscaro ci parla di The Vortex: Società di formazione e consulenza specializzata nel marketing digitale.

kokou adzo

Pubblicato

-

Andrea-Boscaro-The-Vortex

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase dell’emergenza COVID-19?

Andrea Boscaro: Bene, grazie: fortunatamente senza aver visto “da vicino” il Covid, solo con quale difficoltà legata alle restrizioni alla mobilità.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce The Vortex ?

Andrea Boscaro: Dopo aver lavorato insieme anni prima, Nicola Mauri ed io, nel 2011 abbiamo individuato nella formazione al marketing digitale un bisogno che sarebbe maturato in aziende e professionisti e, a dieci anni di distanza, è lecito affermare che ci avevamo visto giusto. La stessa fortuna ha riguardato l’allargamento a due altri soci, Ugo Benini e Paolo Guaitani.

Come innova The Vortex?

Andrea Boscaro: La formazione d’aula richiede e nel contempo offre un’innovazione continua: le sfide poste dalla gestione delle aule, dalle domande ricevute e dai bisogni organizzativi e didattici che emergono sollecitano la continua innovazione. Quest’anno poi, abbiamo dovuto innovare a marce forzate sul piano della tecnologia essendo i corsi di formazione divenuti webinar in modo pressoché assoluto.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito The Vortex e come state affrontando questa crisi?

Andrea Boscaro: Dopo il primo smarrimento iniziale e dopo aver preso le necessarie scelte organizzative, ci siamo concentrati sulla conversione della nostra offerta formazione in webinar, web-conference, video-pillole e contenuti digitali: è stato un impegno rilevante, ma ci ha permesso di affrontare il cambiamento e maturare competenze e sensibilità nuove che, penso, dureranno anche dopo la crisi.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Andrea Boscaro: Fortunatamente l’innovazione di prodotto che abbiamo affrontato ci ha permesso di non dover prendere decisioni difficili. La lezione è stata soprattutto la conferma che un forte affiatamento nel team permette di continuare ad operare anche a distanza e che l’esperienza maturata in dieci anni di formazione consente di affrontare anche la sfida dei corsi a distanza con una certa serenità sul piano didattico e motivazionale.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come proiettate, voi stessi e The Vortex nel futuro?

Andrea Boscaro: L’ansia ci ha preso nei primi giorni di marzo e vi abbiamo risposto in una forte concentrazione sul fronte commerciale. Le successive scelte operative sono andate di conseguenza. Quanto al futuro, dopo il primo lockdown e la risposta che vi abbiamo dato, lo guardiamo con più certezza nei nostri mezzi ed ovviamente con la flessibilità necessaria ad adeguarsi agli scenari che si presenteranno.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Andrea Boscaro: Il modello di business di The Vortex è B2B: non organizziamo, se non in maniera residuale, corsi, ma operiamo all’interno di aziende o soggetti formativi. Per questo la concorrenza, è limitata e vi sopperiamo attraverso un team senior e un orientamento più aziendale che professionale sul piano del target a cui ci rivolgiamo e sul piano del taglio che diamo ai nostri corsi.

Link utili:

www.thevortex.it

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Andrea Boscaro: Ciò che mi preoccupa di più della “nuova normalità” è l’impoverimento complessivo del Paese che avrà ricadute anche sugli aspetti occupazionali da cui non può non essere toccato il mondo della formazione a cui ci apparteniamo. Il mondo digitale sarà in ogni caso presente e centrale dopo la fine dell’emergenza e questo ci deve far impegnare ancora di più nella nostra attività.

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Top of the month