Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

“Aiutare le aziende di tutto il mondo nelle attività di raccolta dati online e offline”. Andrea D’Elia ci racconta come INTOWAY sta realizzando questa mission nonostante la crisi e il Covid

Pubblicato

-

andrea delia intoway

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase 3 dell’emergenza COVID-19?

Andrea D’Elia : Bene. Né io né la mia famiglia, né i miei soci e collaboratori siamo stati colpiti dal COVID-19 e stiamo vivendo questa fase con speranza e fiducia che si possa tornare alla serenità quanto prima.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce INTOWAY?

Andrea D’Elia : L’idea “INTOWAY” nasce da un mio viaggio di studio negli Stati Uniti al Virginia Tech, che si è poi trasformato in esperienza lavorativa presso una piccola azienda tecnologica di Pittsburgh che commercializzava schermi interattivi pubblicitari e informativi destinati al mondo business. Il mio ruolo era prevalentemente quello di fornire consulenza strategica e operativa per attuare nuove attività di marketing funzionali all’aumento del giro d’affari. Ben presto mi accorsi dell’enorme potenzialità della tecnologia hardware esistente ma di come fosse limitata dalle applicazioni software allora disponibili, troppo complesse per i responsabili di gestione dei contenuti visualizzati sugli schermi e ancora troppo lente per rendere piacevole l’esperienza all’utilizzatore finale.

Sono sempre stato un curioso e intraprendente osservatore con la convinzione di poter creare qualcosa di nuovo e di migliore, che fosse davvero utile alle aziende e soprattutto, davvero facile e veloce da usare per l’utente finale.

Una volta tornato in Europa, e dopo aver conseguito la laurea specialistica in Management presso la USI di Lugano, ho continuato incessantemente ad immaginare una soluzione per quel problema. L’idea è diventata ossessione ed insieme ai miei soci e collaboratori, durante anni di ricerca e sviluppo, abbiamo creato INTOWAY: la più semplice soluzione interattiva per business dedicata alla raccolta dati.

Come innova INTOWAY?

Andrea D’Elia : Innoviamo guardando il mondo. Osservando ciò che esiste con occhio critico e ci confrontiamo sulla possibilità di creare qualcosa di migliore secondo i nostri principi cardine di semplicità, estetica, sempre prestando la massima attenzione all’esperienza utente. L’innovazione per noi è naturale e quotidiana. Quando ci scontriamo con un problema, ideiamo nuove soluzioni e implementiamo prodotti e servizi che siano di valore per i nostri clienti.

intoway

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito la vostra attività e come state affrontando questa crisi?

Andrea D’Elia : Prima della crisi, i nostri clienti acquistavano la licenza INTOWAY, un pacchetto completo che includeva software e tablet professionale, installato a fronte cassa o a muro, dedicato esclusivamente alla raccolta ed elaborazione dei dati. Il nostro servizio è il migliore sul mercato perché permette di raccogliere qualsiasi genere di dato (feedback di soddisfazione, dati anagrafici, interessi, consensi privacy) in modo facile e veloce e in aggiunta, tutti i dati raccolti possono essere integrati con software di terze parti per automatizzare i processi e rendere più snelle ed efficienti le attività aziendali.

Prima del Covid-19, lavoravamo principalmente con negozi e ristoranti, le categorie più colpite dal lockdown e per questo motivo sono, a dir poco, saltate la maggior parte delle nostre entrate. Data la situazione, non potevamo fare altro che differenziare i servizi offerti e sviluppare nuove funzionalità. I nostri sforzi sono stati rivolti allo sviluppo e al potenzialmento della nostra tecnologia di raccolta dati via web e all’app mobile INTOWAY, che è ora scaricabile da app store e play store, con la quale è possibile creare facilmente moduli di contatto, questionari di soddisfazione e veri e propri e-commerce in meno di 30 secondi. Il Covid-19 è stata quindi per noi una sfida di sopravvivenza ma anche un’occasione di potenziamento dei nostri servizi.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Andrea D’Elia : Più che decisioni difficili, direi decisioni obbligate. Non avevamo altra scelta perché l’opzione di “morire” come azienda non è mai stata contemplata. Abbiamo dovuto certamente prendere decisioni importanti per rimanere in piedi e per fare ciò abbiamo dovuto differenziare e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi: da un lato, il team di sviluppo si è messo subito al lavoro per creare funzionalità che permettessero ai nostri clienti di vendere online, dall’altro lato abbiamo creato una business unit temporanea dedicata alla consulenza strategica e operativa così da aiutare alcuni dei nostri clienti a superare la crisi e creando allo stesso tempo un flusso di cassa alternativo per assicurare il pagamento dei nostri stipendi.

Come gestite lo stress e l’ansia in questa fase 3 dell’emergenza e come vi proiettate, voi stessi e la vostra azienda nel futuro?

Andrea D’Elia : E’ stato un periodo molto duro ma con l’atteggiamento giusto ci stiamo prendendo molte soddisfazioni. Siamo una start-up anomala che non ha mai richiesto investimenti esterni ed in questo periodo abbiamo dato prova delle nostre capacità di adattamento alle contingenze per il superamento di qualsiasi ostacolo.

Oggi, guardiamo al futuro con grande ottimismo e ora, abbiamo deciso di aprire le nostre porte ai fondi di Venture Capital che credono nel nostro progetto e ci aiutano ad accelerare la crescita della nostra azienda per realizzare la nostra vision: aiutare le aziende di tutto il mondo nelle attività di raccolta dati online e offline.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Andrea D’Elia :  I nostri competitor sono aziende internazionali che forniscono dispositivi dedicati alla raccolta dati all’interno dei punti vendita e, grazie ai nuovi sviluppi, siamo diventati competitor di Survey Monkey e Typeform, le più grandi aziende specializzate nella fornitura di servizi di creazione di questionari e moduli dedicati alla raccolta dati via internet.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Andrea D’Elia :  La crisi è stata per noi una manna dal cielo, che ha scosso ed assestato le nostre fondamenta e che ha semplicemente confermato la nostra capacità di affrontare i cambiamenti. Ora siamo pronti a tutto e oggi, dopo aver aiutato i nostri clienti a raccogliere ed elaborare oltre 10 milioni di dati, siamo pronti a conquistare l’attenzione internazionale del mercato comunicando l’importanza delle attività di raccolta dati e i vantaggi della nostra tecnologia. Siamo quindi pronti ad abbracciare le sfide che il futuro ha in serbo per noi. Ieri camminavamo, oggi, siamo pronti a correre.

Il vostro sito We ?

Andrea D’Elia :  www.intoway.net

INTOWAY app store https://apps.apple.com/it/app/intoway-survey-forms-builder/id1319322012

INTOWAY play store https://play.google.com/store/apps/details?id=com.solverdigital.intowaybusiness&hl=it

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month