Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

César Mendoza ci racconta l’energia positiva di NITO – Nuova Industria Torinese

Pubblicato

-

César-Mendoza-NITO --Nuova-Industria-Torinese

Come state, lei e la sua famiglia?

César Mendoza: Stiamo bene. Mia moglie ha avuto il COVID-19 ma senza sintomi gravi fortunatamente e, con la dovuta cautela, né io né i miei tre figli siamo stati contagiati.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale.

César Mendoza: Sono nato a Caracas, in Venezuela. Laureato in Industrial Design, ho inizialmente lavorato a Milano e all’estero, a Tokyo, per poi tornare in Italia dove vivo da oltre 30 anni. Per 12 ho diretto la sede dell’Istituto Europeo di Design (IED) di Torino, capitale dell’automobile, approfondendo la conoscenza del design dei trasporti e coltivando la mia grande passione per le due ruote, nata con il motocross che continuo ad essere il mio passatempo preferito.

Consapevole del problema ambientale, e convinto che il futuro è elettrico, ho combinato ricerca, esperienza e divertimento per realizzare un progetto volto a migliorare la circolazione urbana con dei mezzi di design innovativi ed efficienti. Nasce così nel 2014 NITO – Nuova Industria Torinese, insieme a un gruppo di designers e collaboratori con la stessa idea di mobilità e il fondamentale supporto di due partner investitori e fondatori che hanno condiviso da subito la mia visione imprenditoriale.

Come innova NITO – Nuova Industria Torinese?

César Mendoza: Innovare per noi significa trovare il giusto equilibrio fra passato, presente e futuro. I nostri oggetti sono così il risultato di diversi elementi combinati correttamente fra loro come gli ingredienti di una ricetta: la ricerca di materiali di qualità come per i prodotti di un tempo, l’attenzione e la cura per l’estetica che suscita emozione e piacere nell’utilizzare i nostri mezzi, l’applicazione di nuove tecnologie per ottenere elevate prestazioni e offrire una sensazione di guida unica, brillante e divertente.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito NITO – Nuova Industria Torinese e come state affrontando questa crisi?

César Mendoza: Il COVID non ha penalizzato il nostro settore, al contrario gli incentivi statali e locali hanno aumentato la domanda di mezzi elettrici e la necessità di spostarsi in sicurezza, evitando i mezzi pubblici, hanno senz’altro premiato la mobilità sostenibile.

La difficoltà però è stata nella gestione dell’attività quotidiana ovviamente modificata dallo smart working, rallentata, se non addirittura fermata, in alcuni casi dal lockdown, con ritardi negli approvvigionamenti e nelle spedizioni, penalizzata dall’annullamento di eventi che per noi rappresentano momenti strategici per la visibilità del brand e dei prodotti con notevoli ricadute commerciali. Fra i più importanti l’Eicma, la Fiera interazionale del ciclo e del motociclo di Milano la cui edizione di novembre 2020 è stata cancellata per la prima volta nella sua lunga storia.

Abbiamo però colto questa occasione per ritarare il modo di lavorare da remoto con la stessa efficienza e lo smart working che avremmo avuto in presenza e dedicarci alla ricerca e allo sviluppo di nuovi progetti con più calma e concentrazione di quanto solitamente sia possibile avere.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

César Mendoza: No, non ci siamo trovati a dover prendere decisioni particolarmente difficili a causa della pandemia. Abbiamo fatto del nostro meglio per adeguarci alla situazione che, oltre a non essere semplice, sta durando più di quanto avremmo immaginato. Con la riapertura a giugno dello stabilimento e degli uffici, abbiamo provveduto a mettere in atto tutto ciò che è necessario per tutelare la sicurezza e la salute di dipendenti e collaboratori e abbiamo ripreso l’attività che aveva inevitabilmente subito un rallentamento nei tre mesi di lockdown, da marzo a maggio, cercando di supportare la nostra rete vendita e trasmettere tutta la serenità necessaria per far fronte ai ritardi nelle consegne che purtroppo ci siamo trovati a dover gestire.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come proiettate, voi stessi e NITO – Nuova Industria Torinese nel futuro?

César Mendoza: Siamo tranquilli e fiduciosi. Verremo fuori anche da questo duro periodo. Riponiamo nel vaccino l’unica vera speranza di poter sconfiggere questo virus la cui diffusione diversamente non si riesce a controllare, come è stato dimostrato dalla seconda ondata a cui potrebbe seguirne anche una terza. Noi sentiamo di essere già oggi l’azienda di domani, perché la mobilità elettrica in cui crediamo è la soluzione per un futuro pulito e sicuro. Con una pandemia di questa gravità ci si rende conto di quanto siano importanti questi valori.

L’idea di mobilità di César Mendoza:

“Utilizzare l’elettrico per reinterpretare i veicoli a due ruote, offrendo prodotti belli e divertenti con cui spostarsi sia un piacere e non solo una necessità”.

César-Mendoza-NITO --Nuova-Industria-Torinese

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

César Mendoza: Al contrario di quanto si possa pensare, non consideriamo nostri reali concorrenti i brand che propongono esclusivamente mezzi elettrici, perché ci aiutano a promuovere questo tipo di mobilità e a farne conoscere i vantaggi, anche in mercati in cu noi non siamo ancora presenti. Sono invece competitor i marchi che producono veicoli tradizionali equiparabili ai nostri, ma anche in questo caso traiamo dei benefici dalla concorrenza. Chi vende entrambe le tipologie di prodotti non può presentare i benefici dell’elettrico senza far emergere per contro i limiti dei motori a scoppio, che rappresentano il 98% del suo fatturato. La forza del nostro brand sta nel coniugare stile e prestazioni. Chi apprezza il design dei nostri prodotti e li prova poi li compra.

Link utili:

www.nitobikes.com

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

César Mendoza: Questa pandemia ci ha tolto molte certezze ormai date per acquisite; prima fra tutte la libertà. Mi auguro che oltre a far emergere le nostre debolezze ci aiuti a trovare la forza di reagire per ripartire più forti e migliori di prima.

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month