“Vedo il momento in cui saremo per i robot cosa sono i cani per gli umani e io faccio il tifo per le macchine.”
Claude Shannon

E se ti dicessimo che esiste un softwer che attraverso il riconoscimento facciale interpreta le tue emozioni, ci crederesti?
Potrebbe sembrare un’applicazione futuristica, quasi da film di fantascienza, eppure oggi esiste, stiamo parlando di EMOJ?

Chi è EMOJ?

EMOJ è nato nel 2017 come spin-off dell’Università Politecnica delle Marche, per trasformare il mondo dell’esperienza del cliente e diventare leader nell’innovazione incentrata sul consumatore, ispirando i marchi a creare esperienze digitali di successo per aumentare le vendite.

La startup nasce grazie all’unione di cervelli di ricercatori e professori: Marco Matteucci, Luca Giraldi, Andrea Generosi, Roberto Pierdicca, Emanuele Frontoni, Maura Mengoni e Valerio Placidi che hanno avuto l’idea del toolbox. La sua fondatrice e presidente Maura Mengoni, che è anche docente di Ingegneria meccanica e Progettazione industriale alla Politecnica, è stata eletta tra le prime 50 persone più influenti dell’anno da Wired Italia.

Cosa offre Emoj?

La startup offre un Toolbox composto da un insieme di soluzioni hardware (analytics box e reaction box) e software (piattaforma smart) e diversi servizi integrati, che aiutano ad interpretare le emozioni dei consumatori.
Il toolbox viene per conoscere l’attitudine del consumatore ad acquistare un determinato servizio o prodotto, con lo scopo di aumentare le vendite.

Come funziona

Attraverso una serie di telecamere installate nei negozi, il software interpreta le “emozioni” del cliente quando si trova in prossimità di uno specifico prodotto o brand. In tempo reale verranno proposte delle reazioni, come ad esempio, la variazioni di luce, suoni, proiezioni di video e l’attivazione di servizi personalizzati.

EMOJ che a inizio gennaio era ovviamente presente alla fiera Ces di Las Vegas, la più importante al mondo dedicata alla tecnologia, oggi è una delle 20 più promettenti startup italiane per Unicredit Startlab e Università Bocconi con 40 esperti in Intelligenza Artificiale e strategie per la trasformazione digitale del Retail.

About the author

Selene Vicenzi

Giornalista, web editor, laureata in comunicazione

Leave a Comment

They read our stories

Our clients