Connect with us

Notizie

Foodtech: le migliori startup internazionali

Le società innovative stanno investendo sempre di più nel settore del Foodtech per trasformare i processi di coltivazione, produzione e cottura.

Pubblicato

-

startup foodtech italiane

A tal proposito, in occasione del Seeds&Chips Global Food Innovation Summit, sono state selezionate 7 startup internazionali che seguiranno il percorso del Foodtech Accelerator coordinato da Officine Innovazione di Deloitte in collaborazione con Amadori, Cereal Docks e Gruppo Finiper. Le 7 startup avranno accesso ad un programma di 15 settimane durante il quale avranno la possibilità di consolidare il proprio modello di business e prepararsi ad affrontare investitori, mercato e i propri obiettivi di crescita. Tutto questo affiancati da oltre 50 mentor specializzati su tematiche di innovazione.

Le 7 startup Foodtech selezionate

Qui di seguito, la lista delle 7 startup selezionate che seguiranno il programma Foodtech Accelerator:

  • ReOlì (startup italiana): produce una crema a base di olio extravergine d’oliva da utilizzare al posto del burro o della margarina. Questa crema viene prodotta grazie a un processo innovativo che consente la solidificazione dell’olio.
  • Wasteless (israeliana): utilizza uno speciale algoritmo di intelligenza artificiale scalabile offrendo una soluzione di dynamic pricing per i supermercati, basata sulla data di scadenza dei prodotti grazie al monitoraggio real-time della merce venduta.
  • Planetarians (americana): è riuscita a realizzare, tramite un processo innovativo, una farina ricca di proteine e poco costosa ricavata dai semi di girasole già utilizzati per la produzione.
  • Petzamore (italiana): vende e produce cibi pronti human grade per cani, utilizzando materie prime di qualità e bilanciando ingredienti e proprietà nutritive grazie a un algoritmo proprietario.
  • Inspecto (israeliana): ha sviluppato uno scanner portatile per l’analisi della contaminazione nella materia prima vegetale da parte di eventuali sostanze nocive. I dati scansionati sono archiviati sul cloud e protetti da un sistema strutturato su un protocollo blockchain. Lo scopo di questa startup è testare il loro prodotto sulle coltivazioni italiane.
  • FeatFood (italiana): si occupa della vendita di cibi salutari e bilanciati soprattutto per una dieta a sostegno di una vita sportiva. Il loro prodotti sono attualmente in vendita solo negli store online.
  • Rise (americana): produce una farina organica pensata per le preparazioni dell’industria dolciaria. È nutriente ed economica, questa farina nasce dal riciclo delle rimanenze di orzo dei birrifici.
Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Top of the month