Connect with us

App mobile

Vini, Birre e Drink a casa tua, subito con Winelivery: Ce ne parla Francesco Magro

Pubblicato

-

Francesco-Magro-Winelivery

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase dell’emergenza COVID-19?

Francesco Magro: Grazie mille per averlo chiesto, noi stiamo fortunatamente tutti bene!

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale.

Francesco Magro: Mi sono laureato in Bocconi ho iniziato subito a lavorare nel mondo della consulenza, occupandomi quasi da subito di progetti di innovazione e digital e poi è arrivata Winelivery. Com’è nata? L’idea nasce nel 2015, a febbraio, durante una cena tra amici in cui finisce il vino e restiamo letteralmente a bocca asciutta. Finita l’ultima bottiglia abbiamo iniziato a cercare su Google “Consegna a domicilio vino” e dalla ricerca non ci viene restituito nulla… E qui ci siamo messi la pulce nell’orecchio, volendo capire se potesse essere una strada percorribile abbiamo fatto qualche ricerca e scoperto che oltreoceano esistevano già 3 servizi che offrivano la delivery di alcolici a domicilio e stavano raccogliendo importanti investimenti…

Come innova Winelivery?

Francesco Magro: Winelivery è il primo servizio che offre consegna a domicilio di bevande alcoliche alla temperatura ideale. La nostra azienda vanta una filiera cortissima, intratteniamo rapporti diretti con tutti i produttori. Questa struttura permette a chi produce vino o altre bevande una diffusione territoriale molto capillare e a chi vuole godersi un buon drink di non dover far altro che scaricare la nostra app o andare sul sito di Winelivery, trovare la bottiglia perfetta e aspettare che bussi alla porta in meno di 30 minuti… alla temperatura ideale!

 

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito Winelivery e come state affrontando questa crisi?

Francesco Magro: La nostra è una delle attività che in questo periodo ha visto una crescita molto importante. La popolazione, non potendo più uscire per locali o semplicemente per andare in enoteca, non ha rinunciato all’abitudine di godersi un buon vino o drink e così gli ordini hanno iniziato a crescere in maniera esponenziale, soprattutto nella prima ondata. Per poter supportare questo grande aumento della richiesta ci siamo dovuti attrezzare, oltre che con tutte le necessarie precauzioni igienico-sanitarie, anche con più personale e aumentando i rifornimenti per ogni store aperto. La cosa interessante dell’effetto covid per il nostro settore è che, quando nell’estate il fenomeno è momentaneamente rientrato, la maggior parte dei clienti acquisiti in lockdown ha continuato a utilizzare il servizio, diciamo che ha accelerato la digitalizzazione.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Francesco Magro: La fortuna di essere una delle poche attività che ha avuto un impatto positivo sulle vendite, ha creato per noi una grande opportunità. Per questo, oltre che rispondere alla domanda crescente dovendo strutturare le operations per mantenere il nostro elevato livello di servizio, abbiamo deciso di cogliere la sfida del mercato ed accelerare il percorso di espansione. Siamo passati da 11 punti in Italia prima della pandemia a più di 50 punti oggi. Abbiamo imparato che se si lavora duro con un team unito sugli obiettivi anche quando i tempi si fanno duri si possono ottenere risultati straordinari.

Francesco-Magro-Winelivery

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come proiettate, voi stessi e Winelivery nel futuro?

Francesco Magro: Siamo stati parecchio preoccupati dalla possibilità di contagio, svolgendo un lavoro che prevede l’interazione tra molti soggetti. Grazie alle misure di sicurezza adottate meticolosamente da tutto il personale coinvolto siamo però riusciti a rimanere tutti al sicuro. Davanti a noi si prospetta un periodo di continua crescita, oltre ad aumentare il numero di consegne sono aumentate anche le città che serviamo con la nostra app e continueranno ad aumentare, ci siamo infatti posti l’obiettivo di aprire, se le condizioni socio-economiche lo permetteranno, la prima città estera nel 2021.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Francesco Magro: Attualmente non abbiamo competitor “diretti” possiamo però parlare di comparables. Attualmente sul mercato online ci sono dei player che si occupano di consegnare bevande alcoliche a domicilio, ma nessuno di essi offre il nostro medesimo livello di servizio: consegna in 30 minuti e alla temperatura ideale.

Link utili:

App iOS: https://itunes.apple.com/it/app/winelivery/id1067851965?mt=8

App Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.winelivery1.oos&hl=it

Sito:  www.winelivery.com

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Francesco Magro: Questa emergenza ha messo in ginocchio la nostra economia. Speriamo tutti di riuscire in qualche modo a ripartire come e meglio di prima, sapendo che, proprio nei momenti di crisi ci sono le migliori opportunità di crescita, nella speranza che il nostro paese abbia la forza di cogliere.

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month