Connect with us

INNOVATORS VS COVID-19

Stefan Leitner, Cofondatore di Leitalpin ci parla di come la sua azienda vuole rivoluzionare il trasporto del legno su terreni ripidi e difficilmente accessibili

Pubblicato

-

Stefan Leitner Leitalpin

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase 3 dell’emergenza COVID-19?

Stefan Leitner : Il fatto che l’Alto Adige è stato meno colpito dalla crisi rispetto, ad esempio, alla Lombardia ci ha permesso di ripartire subito dopo il lockdown. Siccome viviamo in una regione rurale, le restrizioni non ci hanno limitato quanto quelli che vivono nelle aree metropolitane. Abbiamo affrontato bene la crisi e abbiamo una visione positiva riguardo al futuro.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce Leitalpin?

Stefan Leitner : Ho iniziato a lavorare nel settore della meccanica automobilistica e dell’elettronica a 15 anni. Quando  ho avuto 20 anni, ho deciso di studiare in un college tecnico in Austria nel settore della meccatronica. In seguito, ho studiato ingegneria elettrica e matematica negli Stati Uniti. Ho anche circa sette anni di esperienza in aziende in Italia e Germania.

Mio padre era un boscaiolo e appassionato di tecnologia e abbiamo avuto l’idea di sviluppare un gru a fune elettrico e con recupero di energia molti anni fa. Nel 2018, abbiamo finalmente deciso di attuare questo progetto. L’obiettivo è di usare la tecnologia innovativa per rendere più efficiente e produttivo il trasporto del legno su terreni ripidi e difficilmente accessibili. Questo progetto è in linea con le tecnologie ecocompatibili e una gestione forestale più sostenibile nella regione alpina europea.

Come innova Leitalpin?

Stefan Leitner : Tutte le macchine dei nostri concorrenti funzionano con un sistema di azionamento idraulico. Per quanto ne sappiamo, Leitalpin è la prima ed unica azienda a utilizzare azionamenti elettrici e accumulo di energia per questo tipo di macchina. La nostra macchina è stato sviluppato con un concetto innovativo. A differenza dei nostri concorrenti, la nostra è in grado di recuperare e immagazzinare energia in modo rigenerativo quando ci muoviamo in discesa. Questa energia viene utilizzata per far risalire la macchina e per portare il carico successivo. Se la funivia è abbastanza lunga e la pendenza è sufficiente, possiamo risparmiare il 100% del carburante ed eliminare le emissioni inquinanti associate.

Un altro vantaggio degli azionamenti elettrici rispetto a quelli idraulici è la loro maggiore densità di potenza. Questo ci consente di ottenere prestazioni significativamente maggiori con lo stesso peso della macchina. Di conseguenza, la produttività e l’economia del sistema aumentano.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito la vostra attività e come state affrontando questa crisi?

Stefan Leitner : Leitalpin è una startup molto piccola e giovane e di conseguenza flessibile. In questo anno stiamo preparando disegni costruttivi, schemi circuitali, programmi e aquistando le parti. Siamo stati in grado di svolgere queste attività facilmente da casa. Lo sviluppo stesso non è stato realmente influenzato dal blocco. La crisi ha un impatto significativo sui tempi di consegna delle parti acquistate da tutto il mondo e ci sono stati ritardi fino a quattro mesi. Tuttavia, siamo nei tempi previsti e possiamo quindi dire che fortunatamente la crisi non ci ha gravemente colpito.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Stefan Leitner : Siccome non siamo stati colpiti dalla crisi, non abbiamo dovuto prendere decisioni difficili a causa del Virus.

E soprattutto, la crisi ha dimostrato che l’intero ecosistema dell’economia è un sistema sensibile e quanto fortemente tutti i componenti del sistema sono interconnessi. Ha dimostrato ciò che è veramente importante ed essenziale nella vita e per la società in generale. Mentre alcune aziende hanno dovuto accettare un calo completo delle vendite, altre hanno avuto un incremento del fatturato.

Come gestite lo stress e l’ansia in questa fase 3 dell’emergenza e come vi proiettate, voi stessi e Leitalpin nel futuro?

Stefan Leitner : Ogni giorno ci troviamo di fronte a nuovi problemi ma è importante mantenere costantemente la calma per poter superare gli ostacoli. Vediamo la pandemia solo come un piccolo ostacolo per il nostro sviluppo.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Stefan Leitner : I nostri concorrenti sono tutte le aziende che offrono macchine per il trasporto di materiale tramite funivie, in particolare per la silvicoltura. Si tratta principalmente di piccole e medie imprese nella regione alpina europea. Nord Italia, Austria e Svizzera sono pionieri in questo tipo di tecnologia.

Come già accennato, stiamo lavorando su un concetto completamente nuovo e molto innovativo. Utilizzando la tecnologia di azionamento e stoccaggio all’avanguardia, vogliamo ottenere una combinazione molto migliore del peso della macchina, delle prestazioni, dei costi operativi e della sicurezza operativa. Speriamo che questi vantaggi siano convincenti sul mercato e che i clienti si fidino di noi come startup senza riferimenti.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Stefan Leitner : Come già accennato, la nostra regione e la nostra startup fortunatamente non sono state colpite duramente dalla crisi. Tuttavia, siamo consapevoli della gravità della situazione e stiamo cercando di fare del nostro meglio per aiutare a superare la pandemia. Da una prospettiva globale, siamo ancora all’inizio della pandemia. Siamo però convinti che questa crisi possa essere affrontata con coesione, disciplina e perseveranza e che ci sarà un ritorno alla normalità , senza virus e un’economia in ripresa.

Il vostro sito Web  

www.leitalpin.com

 

Continua a leggere
Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *