Connect with us

Consulenza

Ecco One Factory: Affiancare start-up innovative per sostenerne lo sviluppo del business

Pubblicato

-

Massimiliano Dendi One-Factory

Intervista a Massimiliano Dendi, Founder di One-Factory : “Trovare il modo migliore per fare le cose, specie quelle che sembra non si possano fare”.

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase dell’emergenza COVID-19?

Massimiliano Dendi: Direi bene, così si risponde, no? A parte gli scherzi, bene. Anche io, con chi mi sta accanto, abbiamo vissuto l’esperienza del contagio ma senza complicazioni particolari che non abbiano riguardato lo stare chiusi forzatamente in casa cercando di trovare il modo per uscire. Niente quindi. Lontano anni luce da quello che purtroppo invece tante famiglie hanno dovuto vivere e combattere e che, ahimè dovranno ancora fare per parecchio tempo.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce One Factory ?

Massimiliano Dendi: Nasce da un percorso piuttosto lungo, fatto di scelte che, come è normale che sia non sono andate tutte nella stessa direzione. Ancora studiavo e pensavo di portare avanti l’azienda di famiglia, poi ho scelto di fare consulenza come in tanti fanno per garantirsi una formazione ad ampio spettro ed ho finito per farmi tutta la trafila fino in cima, per uscire e diventare un “imprenditore seriale” creando e supportando lo sviluppo di nuovi business. Perché non mettere al servizio dell’innovazione, che sia la mia, la nostra, o quella degli altri le capacità acquisite in tanti anni di consulenza, in molti settori e grandi dimensioni, facendo quello che a me entusiasma davvero: trovare il modo migliore per fare le cose, specie quelle che sembra non si possano fare.

Come innova One Factory?

Massimiliano Dendi: Proprio così, inventandosi il modo per migliorare un processo, un prodotto, un canale. Aiutando i founder a realizzare i loro sogni, che in linguaggio business si traduce in rendere profittevole qualcosa che oggi è soltanto una buona (il più delle volte) idea nella tua testa. Dopo l’idea ci sono infinite componenti altrettanto importanti che devono essere gestite, affrontate, domate, che possono decretare la vita del sogno in ogni momento.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito One-Factory e come state affrontando questa crisi?

Massimiliano Dendi: Fortunatamente la nostra attività non ha al momento risentito della pandemia in termini di generazione di opportunità e di ricavi. Ha certamente colpito le aziende che abbiamo in portafoglio e ci ha e sta tuttora impegnando molto nel trovare le soluzioni migliori per supportare ciascuna realtà. Essendo impegnati su diversi settori ci siamo trovati ad affrontare tante situazioni diverse, sicuramente negative (piani di contingenza, tagli, ristrutturazioni, fino a veri e propri pivot), ma anche positive.

Le crisi, come la storia ci ha insegnato, soprattutto con la frequenza con cui si manifestano dagli ultimi due decenni, offrono anche opportunità. Da febbraio 2020 con One-Factory abbiamo gestito e chiuso 2 round di investimento (senza contare quelli finalizzati al recovery del business in emergenza) e proprio nei primi mesi di pandemia abbiamo dato vita, insieme ad altri partner, ad un nuovo veicolo di investimento, net4capital. Per una realtà delle nostre dimensioni credo sia un ottimo traguardo.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Massimiliano Dendi: Come dicevo, alcuni impatti sono stati sicuramente negativi. Alcune delle nostre realtà e noi con loro visto che partecipiamo nella maggior parte dei casi alla vera e propria gestione, hanno dovuto prendere provvedimenti importanti, come il ridimensionare la struttura, chiudere punti vendita, abortire investimenti alla base della crescita o del futuro e quindi sostentamento dell’azienda.

Devo dire però che tutte le nostre realtà sono vive e vegete, con piano di sviluppo rivisti e corretti che delineano la nuova strada da seguire. In alcuni casi è stata una deviazione, in altri una scorciatoia, ma in nessun caso l’abbiamo fatta essere una strada a fondo chiuso. Ciò significa che sono e siamo stati bravi. Forse anche un po’ fortunati, ma senza un po’ di questa non si va da nessun parte. (n.d.r gesti scaramantici inclusi).

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come proiettate, voi stessi e One Factory nel futuro?

Massimiliano Dendi: Bella domanda… Sto sorridendo perché mi ha fatto ripensare a giusto qualche settimana fa, a me e la mia compagna in quarantena perché positivi al covid. L’ho vissuta e la sto vivendo tuttora con razionalità e senza lasciarsi andare al panico o farsi condizionare dalla paura. Senso pratico e soluzioni di solito non danno molto spazio all’ansia. Poi per questa avevo la mia compagna.

Come vedo One-Factory nel futuro? Potrei dirle come la vedo fra un anno, ma sono sicuro che accadrà qualcosa che mi spingerà a cambiarla di nuovo, quindi per dirle realmente come sarà le rispondo… Pronta ad adeguarsi alle situazioni, al cambiamento, pronta a cogliere tutto come un’opportunità e a non mollare un centimetro, nonostante tutto. Lo applichi ad un business e ad un settore e vedrà l’azienda del futuro. Dimenticavo: ho un gruppo di ragazzi giovani entusiasti di quello che fanno tutti i giorni (o quasi). La pillola migliore per farsi passare qualsiasi ansia.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Massimiliano Dendi: Sono gli incubatori da una parte e le società di consulenza dall’altra. Ci collochiamo in mezzo non per dimensione, ne per tipologia di servizi. Non siamo un incubatore perché non ci limitiamo ad offrire un servizio standard per la facilitazione di un qualcosa che potresti fare da solo se più grande o con più disponibilità finanziarie. Invece, ci immergiamo mani, piedi e testa nelle start up ed affianchiamo il founder il tutto il loro percorso fatto di ostacoli quotidiani, sfide delle quali non si conoscono ancora le regole, offrendogli soluzioni o anche solo il modo per poterle identificare. Non siamo una società di consulenza perché non ci limitiamo a svolgere un progetto, o meglio, lo facciamo, ma il progetto è il successo della start up. Ci dicono sempre: “One-Factory è il co-founder che mi mancava”.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Massimiliano Dendi: Seguiamo le regole con ottimismo ed un pizzico di spensieratezza ragionata. Si risolverà prima, saremo capaci di mettere a terra quanto ci sta insegnando a caro prezzo e se saremo un po’ fortunati, saremo davvero capaci di uscirne migliori.

Link Utili:

www.one-factory.it

net4capital.com

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Informazione pubblicitaria

Top of the month