Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Maura Mengoni e Luca Giraldi ci parlano di come EMOJ ha affrontato le sfide di Industria 4.0 nell’era COVID

Pubblicato

-

Maura-Mengoni-Luca-Giraldi-EMOJI

Come state, lei e la sua famiglia ?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: Stiamo bene. Fortunatamente noi tutti non siamo stati colpiti dal Covid e anche i nostri amici ne sono usciti quasi tutti illesi. Abbiamo superato lo shock iniziale e ripreso le nostre attività quotidiane ma con le accortezze necessarie a garantire la nostra salute e quella delle persone che frequentiamo.

Parlateci di voi, della vostra carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale.

Maura Mengoni e Luca Giraldi: Maura Mengoni, co-fondatrice della startup EMOJ e professore associato presso la facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche, oggi tra le prime 5 università italiane secondo il CENSIS. Coordino da anni un gruppo di ricerca scientifica che si occupa di esplorare nuovi metodi per il design di prodotti che migliorano la User Experience e sviluppa applicazioni basate su tecnologie di Realtà Virtuale ed Aumentata. Il ruolo delle emozioni e più in generale dell’uomo, nella progettazione di prodotti, sistemi e spazi di vita è sempre stato centrale nelle mie ricerche, ma lo è diventato ancor di più grazie all’incontro con Luca Giraldi, un giovane imprenditore che io chiamo visionario: un connubio, che ancora oggi ci permette di innovare le soluzioni offerte da EMOJ.

Luca Giraldi, oggi co-fondatore di EMOJ e CEO di Flowing, importante realtà industriale italiana con specialisti del software capaci di cogliere le sfide della trasformazione digitale, è esperto di Customer Experience e Open Innovation. Dopo un dottorato in Ingegneria Industriale è oggi docente a contratto presso l’Università degli Studi di Macerata, dove insegna agli studenti strumenti e metodi di Social Media Marketing e Big Data Analytics.

Nel 2015, io incontrai Luca, che mi parlò per la prima volta di Customer Experience e di quanto la conoscenza delle emozioni fosse fondamentale per creare una connessione affettiva e duratura con il cliente, chiave di successo delle aziende. Luca aveva alle spalle già numerose esperienze nel campo del Customer Marketing, avendo lavorato per anni per grandi imprese nel campo del Retail e del Fashion, e sopratutto primo nella Regione Marche ad aver fondato una startup innovativa con un prodotto, Wisocial, capace di trasformare le reti wi-fi in uno strumento di marketing automation.

Da questo fortuito incontro è nato il primo embrione di EMOJ, che però ha visto la sua fondazione solo dopo due anni di intensa attività di ricerca da parte di un team multidisciplinare, con competenze che spaziavano dal design, all’informatica e al marketing e dall’arrivo di Andrea Generosi, sviluppatore esperto, colonna portante dell’azienda. In quei due anni abbiamo studiato come poter misurare in modo oggettivo e non invasivo la risposta emotiva dei clienti in spazi fisici, tipicamente i negozi, per poi attivare delle reazioni, come cambiamenti di luci e suoni, oppure immagini nei Ledwall, che creassero una relazione empatica ed esclusiva con essi.

Nel 2018, a Las Vegas, abbiamo lanciato il nostro primo prodotto, AI Toolkit, una soluzione plug&play, basata sull’uso di telecamere 4k e miniprocessori, che rileva età, genere ed emozioni dalle espressioni facciali delle persone riprese, e si connette con reti IoT (Internet of Things) per controllare dispositivi come display, lampade a LED così da adattare lo spazio agli stati emotivi riconosciuti. Con l’Evoque Tunnel al Retail Forum 2018 siamo diventati protagonisti di innovazione per il Fashion Retail; e poi da lì abbiamo iniziato a sviluppare una linea di prodotti per il mondo Digitale, dal monitoraggio e Conversion Rate Optimization di siti web e e-commerce fino ad applicazioni mobile. La nostra tecnologica oggi è all’avanguardia nel campo dell’Intelligenza Artificiale per la codifica dei sentimenti e comportamenti umani, scalabile, adattabile a numerosissimi contesti e protetta da un brevetto internazionale.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito EMOJ e come state affrontando questa crisi?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: La pandemia Covid-19 non ha arrestato le nostre attività di sviluppo, perché lavoriamo in modalità di smart fin dalla nostra fondazione, dovendo collaborare con professionisti su scala nazionale. A parte un primo momento di confusione, legata più ad aspetti emotivi delle persone che fanno parte del EMOJ team, abbiamo subito ri-focalizzato il nostro lavoro, rispettando consegne e guardando al futuro.

Sicuramente abbiamo sentito e sentiamo la crisi, perché alcuni clienti con cui stavamo avviando dei progetti hanno preferito rimandare lo sviluppo ad un momento di maggiore comprensione degli effetti della pandemia, e altri stanno posticipando i pagamenti. Nonostante ciò non ci siamo arresi; abbiamo chiesto ed ottenuto aiuti dallo Stato Italiano, così da non dover perdere nessuno del nostro gruppo di lavoro. Inoltre le tematiche legate al Covid-19 ci ha dato lo spunto per fondare una E-learning Accademy, dove abbiamo già sviluppato una piattaforma interattiva per la formazione a distanza www.corsincloud.it, che per le sue funzionalità di riconoscimento automatico e monitoraggio continuo, ha la capacità di rivoluzionare il mondo del e-learning.

Inoltre stiamo lavorando intensamente nello studio e prototipazione di un software per l’analisi degli indici ergonomici in ambienti di fabbrica per migliorare la sicurezza degli operatori, tematica a noi cara e oggi sempre più urgente per le imprese italiane e non solo.

Come innova EMOJ?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: EMOJ oggi è una startup innovativa che vanta oltre 12 professionisti tra digital strategyst e sviluppatori esperti in intelligenza artificiale. Punta a rivoluzionare il mondo della Customer Experience grazie alla sua tecnologia di Emotional Analytics e Intelligence, che non solo è in grado di riconoscere quanto il cliente è soddisfatto o interessato ad una determinata proposta di acquisto, ma comprende in modo dettagliato il suo complesso stato, emotivo e comportamentale, e attiva in tempo reale delle reazioni dello spazio fisico o dei contenuti digitali che si adattano ad esso, così da accrescere il suo stato di benessere. La nostra tecnologia è completamente conforme al GDPR, garantisce che ogni immagini e video siano anonimizzati e trattati nel pieno rispetto della privacy.

EMOJ innova attraverso lo sviluppo di algoritmi basati su Intelligenza Artificiale, che apprendono continuamente da ciò che rilevano e riconoscono, e con un approccio Agile allo sviluppo del software, che ci permette di adattare le nostre soluzioni alle esigenze del cliente, ai continui cambiamenti, di accrescere la nostra efficienza con tempi molto ridotti. Gli algoritmi di Deep Learning che permettono il riconoscimento facciale e quelli che governano le possibili reazioni sono protetti da un brevetto italiano, di proprietà di EMOJ, ed estesi a livello internazionale.

EMOJ ha ricevuto numerosi premi nazionali ed internazionali per l’innovatività delle soluzioni, prima tra le 50 Official Italian startup che hanno rappresentato l’Italia al Consumer Electronic Show 2020, vincitrice dei premi innovazione SMAU nelle edizioni 2018 e 2019, insignita da Unicredit StartLab e Bocconi tra le prime 10 startup italiane nel 2018 e vincitrice del IOT Award nel 2017.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: La crisi legata al Covid-19 ci ha messo di fronte al fatto che la nostra tecnologia, usata finora per creare esperienze digitali uniche e sviluppare prodotti più interattivi ed empatici, è potenzialmente sacrificabile da parte dei nostri clienti, che si sono orientati ad aspetti più primari del loro business.

Abbiamo quindi cercato di intercettare delle esigenze del mercato a cui saremmo stati in grado di rispondere in modo proattivo:

Formazione a distanza (FAD) del personale aziendale su temi chiave per 1) garantire la salute e sicurezza dei lavoratori (es. promozione e utilizzo di DPI, metodi per garantire l’operatività di fabbrica mantenendo il distanziamento, ergonomia, tecnologie per l’automazione industriale, ecc.) e per 2) rendere efficace lo smartworking (es. sviluppo “agile” dei progetti, infrastrutture cloud e cybersecurity, metodologie per la pianificazione e gestione dello smartworking con strategie per la riduzione dello stress del personale e l’incremento della produttività, nuovi modelli organizzativi);

Assenza di piattaforme di e-learning realmente interattive e capaci di verificare che i corsisti abbiano effettivamente seguito i corsi ed appreso i concetti trasmessi. Inoltre la maggior parte delle piattaforme non permette al management aziendale di essere aggiornati in tempo reale sui progressi dell’apprendimento del proprio personale e sull’avanzamento della formazione obbligatoria conforme alle norme di legge.

Abbiamo quindi sviluppato una innovativa piattaforma di didattica a distanza (www.corsincloud.it), attiva dal mese di settembre 2020, per studi professionali, aziende piccole e medie, liberi professionisti per erogare corsi di formazione su salute e sicurezza sul lavoro e sviluppo di prodotti e servizi con modalità smartworking. La piattaforma è dotata di funzionalità, assolutamente innovative rispetto all’attuale stato dell’arte nazionale ed internazionale, perché è capace di monitorare in tempo reale l’effettiva presenza dei corsisti (face recognition), il loro livello di attenzione (gaze detection), il grado di frustrazione che provano (emotion recognition) e allo stesso tempo di inviare contenuti digitali interattivi ed empatici che permettono di superare il modello di “autoapprendimento passivo” realizzato dalla maggior parte degli strumenti FAD.

La piattaforma è dotata di una dashboard web che permette ai manager di dimostrare agli enti preposti i corsi fatti, le effettive ore seguite ma anche il livello di apprendimento del proprio personale. Grazie alla nuova piattaforma EMOJ vuole contribuire ad introdurre le emozioni in relazioni umane sempre più “digitali” e sensibilizzare le imprese verso tematiche di sicurezza e salute e smartworking

Come gestite lo stress e l’ansia in questa fase 3 dell’emergenza e come proiettate, voi stessi ed EMOJ nel futuro?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: Grazie al nuovo progetto di Corsincloud stiamo gestendo la fase 3 con estremo entusiasmo. Abbiamo tante prospettive per il futuro, vogliamo contribuire anche noi con la nostra tecnologia a migliorare la vita delle persone, che si trovano costrette a lavorare e vivere diversamente. Vogliamo sfruttare il digitale per sensibilizzare le imprese allo smartwork e per creare relazioni uomo-computer emotive e spazi di interazione sociale emotivi ed affettivi. Stiamo partecipando anche a challenges nazionali ed internazionali per poter continuare a promuovere la nostra tecnologia e differenziarci sempre più dai nostri competitors.

Onestamente non proviamo stress e ansia o quando accade li orientiamo verso nuove progettualità, che ci tracciano la via d’uscita dalle piccole e grandi crisi. Il Covid per noi è stata un’opportunità di rivedere il nostro portfolio prodotti, orientare le nostre competenze su ambiti nuovi e forse più strategici per i nostri partners, quali la formazione continua e la salute e sicurezza sul lavoro. Recentemente abbiamo assunto due nuovi collaboratori, esperti di Intelligenza Artificiale e sviluppo Web. A noi di EMOJ, le sfide piacciono e sono quelle che ci permettono di guardare al futuro con l’entusiasmo che ci distingue.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: I nostri competitor sono aziende internazionali, come le americane Affectiva, spinoff del MIT di Boston, e Luxand, oppure l’olandese Sightcorp e la svizzera NVISO, tutte realtà di dimensioni medio grandi che offrono ai loro clienti rispettivamente kit di sviluppo software per integrare il Face Coding nelle loro applicazioni, soluzioni SAAS (Software As A Service) che analizzano immagini e video con servizi cloud, oppure consulenza per la profilazione cliente. In Italia siamo l’unica realtà che possiede una tecnologia proprietaria ed una soluzione omnicanale, ossia applicabile a scenari digitali e fisici. Superiamo la concorrenza perché usiamo i dati per attivare esperienze uniche che si adattano allo stato emotivo delle persone, perché i nostri algoritmi apprendono continuamente e sopratutto perché siamo un’azienda dinamica, agile che si adatta al cambiamento, offrendo soluzioni capaci di rispondere alle esigenze dei nostri clienti.

Link utili:

www.emojlab.com

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Maura Mengoni e Luca Giraldi: L’emergenza come ogni crisi è un’opportunità di cambiamento, di crescita e di miglioramento. Rifocalizza l’attenzione verso aspetti primari e di impatto sociale. L’uomo oggi è ritornato al centro e il mantenere le relazioni umane oggi è essenziale per il benessere. Il digitale e la tecnologia ci hanno dato e ci daranno la possibilità di non rinunciare ad esse. EMOJ vuole essere pioniere di una trasformazione digitale e di un nuovo umanesimo tecnologico.

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month