Connect with us

Notizie

Non solo New York, anche Milano avrà EDGE: Tanto verde e uffici smart

Pubblicato

-

EDGE MILANO

Nel cuore di Milano, in una posizione strategica, a pochi passi da due linee della metropolitana, della stazione ferroviaria di Porta Garibaldi e dei treni suburbani, alle spalle della Torre UniCredit e del Bosco Verticale, entro la primavera, inaugurerà EDGE (Edifici Garibaldi Executive) che apre le porte ad aziende e multinazionali. Un altro edificio omonimo inaugurerà a New York nei prossimi mesi: un grattacielo con una terrazza per ammirare la Grande Mela dal 100esimo piano.

Sul sito ufficiale viene definito un “edificio di edifici”, perché EDGE a Milano avrà più anime, ospitando sia aziende, sia spazi dedicati alla cultura e al verde urbano: si prospetta quindi, un ottimo progetto che darà lustro al capoluogo lombardo, sperando che esca molto presto da questa situazione complicata, così come l’Italia intera. I tre palazzi del complesso saranno di dieci, sette e cinque piani e ciascuno di essi avrà una superficie di mille metri quadrati. Lo spazio destinato al verde e alle zone relax coprirà in tutto 4.500 metri quadrati.

Molte aziende importanti sono già pronte a traslocare nel nuovo complesso di Porta Nuova a Milano, tra cui c’è anche l’importante gruppo farmaceutico Novartis. I tre complessi ospiteranno poi altre imprese e, si spera, anche start-up che potrebbero trovare l’ambiente ideale in una città dinamica e innovativa, che continua a registrare una crescente domanda di spazi lavorativi, tra co-working e nuovi uffici.

Milano sta puntando sempre più all’ecosostenibile e al verde urbano, adeguandosi alle più grandi città europee. La città sta concentrando la sua attenzione anche sulla salute, viste soprattutto le grandi aziende farmaceutiche che ospita e lo fa, in particolar modo, in legame allo sviluppo tecnologico e urbanistico. Basti pensare al Bosco Verticale o alla proposta di divieto di fumo all’aperto nei luoghi pubblici avanzata dal sindaco Beppe Sala che si sta mostrando sempre più sensibile alla tematica.

Il potenziale c’è, gli investimenti pure. Dobbiamo solo attendere la fine di questa situazione così difficile per il nostro Paese.

Giornalista

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria