Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Intervista a Lorenzo Cisbani, Co-Founder, Ombrellove, il portale web che aiuta a prenotare lo stabilimento balneare ideale

Pubblicato

-

lorenzo cisbani ombrellove

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questo periodo di emergenza COVID-19?

“Bene, per fortuna”.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale ?

“Marchigiano, mi occupo di Marketing da 7 anni e ho una grande passione per le startup. Ombrellove è un side project nato 3 anni fa da un’esperienza negativa in spiaggia: non sono riuscito a trovare un posto disponibile nella calura di agosto, ustionandomi. Quindi ho deciso, nei limiti del possibile, di non farla vivere anche ad altri”.

Come innova la vostra azienda?

“Offriamo da 3 anni la possibilità di prenotare online il proprio posto in spiaggia negli stabilimenti balneari, una categoria poco incline al web e dove è difficile reperire informazioni in anticipo. In altre parole, un classico two sided marketplace in un settore che, specialmente per il turista, presenta barriere informative notevoli.

Nel corso del tempo abbiamo cambiato approccio circa l’innovazione: in questo momento consiste nel fare cose meno scalabili ma cucite sulle singole esigenze, che diano realmente un valore aggiunto al cliente.

A tale proposito abbiamo da poco lanciato Sun Bond, voucher per ombrellone e 2 lettini da 2, 7, 14, 30 Giorni o Stagionali. Essendoci meno ombrelloni disponibili a causa delle direttive sul distanziamento, infatti, garantirsi il posto in spiaggia è diventata un’esigenza; allo stesso tempo, però, molte persone ancora non sanno quando avranno ferie, per cui uno strumento flessibile è l’ideale.

Sun Bond: all’ombrellone ci pensiamo noi

La ricerca di uno stabilimento balneare può essere un’esperienza frustrante: poche informazioni, ombrelloni riservati ai clienti storici, prezzi da capogiro..Sun Bond ti semplifica la vita perché non dovrai fare più niente: ci pensiamo noi! Inviaci una semplice richiesta: troveremo la migliore offerta per ombrellone e lettino nella località che preferisci! INVIA LA TUA RICHIESTA 👉 https://form.jotform.com/201364638607053

Posted by Ombrellove on Tuesday, June 2, 2020

 

Inizialmente doveva essere un modo per incentivare il turismo balneare e per aiutare le strutture a ricevere prenotazioni in anticipo e ottenere liquidità immediata; in realtà ci siamo accorti che la formula del voucher è molto più apprezzata rispetto al booking sia da tanti clienti, non vincolando a date specifiche, che dagli stabilimenti balneari, in quanto non debbono aggiornare le loro disponibilità con la domanda che arriva in loco. Abbiamo pertanto aperto una nuova categoria di Sun Bond Speciali, che è totalmente on demand e può comprendere altri servizi come l’aperitivo: il cliente fa la sua richiesta e noi gli creiamo un Sun Bond su misura attingendo dal nostro ampio network o facendo scouting ad hoc.

Sta piacendo davvero molto”.

In che modo la pandemia da COVID-19 colpisce la vostra attività e come state affrontando questa crisi?

“Premettendo che il turismo sarà impattato negativamente dal COVID-19, perdendo molte revenue (soprattutto) da stranieri, potenzialmente è un’opportunità per la necessità di far prenotare in anticipo e di tener traccia dei clienti.

Sicuramente il Covid ha dato una piccola scossa ad un settore tecnologicamente arretrato, potenzialmente appetibile per l’introduzione di nuove tecnologie, ma poco fertile in termini di propensione al cambiamento. La maggior parte dei Gestori degli stabilimenti balneari utilizza carta e penna e non ha intenzione di cambiare.

Probabilmente cambierà con la generazione successiva: sono dell’idea che si può progredire ma non creare uno shock.

Nell’ultimo periodo c’è stata una proliferazione di app/marketplace per la prenotazione dello stabilimento balneare: l’altro giorno ne ho contate 19, più i portali verticali delle singole località. Che siano un adattamento di software di altro tipo, il sogno imprenditoriale di qualche singolo o progetti nati per passare tempo in quarantena, presentano questi tratti: sono tutte molto simili, si fanno promozione sui gruppi Facebook degli operatori balneari (che non li considerano perché sono passati molti altri prima di loro) e, soprattutto, hanno pochissime strutture.

Viva la concorrenza, ma abbiamo davvero bisogno di 19 app per prenotare un ombrellone?

Il tarlo è di alimentare l’offerta: avere moltissimi stabilimenti a bordo (ne sono ufficiosamente 30mila in Italia), seguendo il dogma della crescita, e aspettando il Booking o TripAdvisor che li compri.

Ammesso e non concesso che sia fattibile, si tratta comunque di un settore diverso dalla ristorazione o dall’hotellerie perché, pur muovendo alti volumi, presenta queste due caratteristiche:

  • Dura tre mesi
  • Ha tantissimi clienti fidelizzati da anni o occasionali ricorrenti, che conoscono lo stabilimento e non necessitano di portali per la prenotazione.

Questo significa che il mercato potenziale è molto risicato: parliamo, nella migliore delle ipotesi, del 20%/30% dei posti a disposizione per struttura.

Infine i margini sono molto bassi perché il prezzo giornaliero medio è 1/3 o 1/4 quello dell’albergo medio.

Quindi a meno che non ci si concentri in zone come Forte dei Marmi, parliamo di commissioni intorno ai 2,5/3 euro (la media Italia di uno stabilimento balneare è 25€/gg)

Questi sono ragionamenti che, ancora oggi, sembrano totalmente distanti dalla proposizione commerciale di molti, e sono “errori” che noi abbiamo già sperimentato in passato e che stiamo correggendo con l’introduzione di altri servizi e allargando i nostri orizzonti”.

Avete dovuto fare delle scelte difficili in questa situazione di emergenza ? E quali sono le lezioni apprese

“Abbiamo puntato molto sul rapporto umano, spendendo molte ore al telefono con i gestori di tutta Italia: ci siamo fatti raccontare la situazione e le proprie paure. Al termine di queste chiacchierate, oltre ad avere le idee più chiare, abbiamo prodotto questo video per dare speranza a tutto il comparto:

Commercialmente parlando, puntare molto su Sun Bond e la personalizzazione dell’offerta sicuramente è una scelta molto forte, in quanto molto più time consuming e, come detto, meno scalabile. Nonostante non abbiamo risorse illimitate, alla fine abbiamo deciso di portare avanti sia il portale che Sun Bond (oltre ad altri piccoli lanci in arrivo nel corso dell’anno) per disporre di un’offerta variegata e completa.

La lezione appresa è che “one-fits-all” non esiste nemmeno nei marketplace, che sono una delle cose più standardizzate che esistano: bisogna differenziare l’offerta per avere appeal commerciale, sia lato merchant che lato cliente”.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo e come vi proiettate, voi stessi e la vostra azienda nel futuro?

“In futuro ci vediamo sempre più creatori di esperienze e meno ‘standardizzati’.

Per quanto riguarda lo stress, lavoriamo pur sempre per portare le persone al mare, che è una cosa che parzialmente lo combatte. Anche a distanza”.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

“Su chi siano penso di essere stato abbastanza esaustivo nelle precedenti risposte: qualche player “storico” con cui ci dividiamo geograficamente il mercato, molte new entry, portali locali, booking system da integrare nei siti.

I competitor si superano differenziandosi. Oltre al già citato Sun Bond e alla possibilità di fornire offerte on demand, Ombrellove collabora in maniera esclusiva con il portale Trovaspiagge – il TripAdvisor delle spiagge italiane da 500k visite annue – in ottica di creazione di un unico hub end to end del turismo balneare italiano.

Ciò significa che non vogliamo essere solo “un portale degli ombrelloni”, ma integrare esperienze, attività e tanto altro. Abbiamo in piano di lanciare esperienze esclusive, di fatto creandole, già da quest’anno.

Sui nostri social media arriveranno presto aggiornamenti”.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

“Non sono un medico, quindi mi astengo da qualsiasi considerazione di natura scientifica. Non è facile e forse suona anche un po’ banale, ma le emergenze spesso fanno nascere opportunità. Personalmente mi auguro che non si abbassi troppo la guardia e che, allo stesso tempo, non si diventi integralisti: mai come in questo tempo l’equilibrio è fondamentale”.

Per saperne di più :

www.ombrellove.com

www.sun-bond.it

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month