Connect with us

Consulenza

Roberto Botto ci parla di Inthezon: Start up italiana specializzata in Amazon Consulting

Pubblicato

-

Roberto-Botto-Inthezon

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale.

Roberto Botto: La mia attitudine per l’imprenditoria è nata molto presto: a 14 anni ero già un piccolo imprenditore. Crescendo ho capito di avere una passione particolare per il mondo della comunicazione, e col tempo, mattone dopo mattone, ho costruito un Gruppo di comunicazione con l’idea di fare della libertà, l’indipendenza, la multidisciplinarietà e l’italianità i nostri principali punti di forza. Nel 2017, dopo anni nel settore, è nata Inthezon: start up che fa parte di parte di Libera Brand Building Group ed è stata la prima in Italia a sviluppare consulenza in ambiente Amazon. A chi fa il mio mestiere non bastano due occhi, bisogna averne mille, tutti attenti a scorgere ciò che accade nel mondo. L’e-commerce era un settore in espansione, testimonianza di un modo di vendere e comprare che stava cambiando per sempre. E io volevo far parte di questa rivoluzione.

Come innova Inthezon?

Roberto Botto: Come dicevo, Inthezon è una realtà pioniera nelle attività connesse alla gestione del profilo Amazon, sia per l’organizzazione del Marketplace che per gestione dell’advertising. Il nostro team ha la competenza e gli strumenti per seguire i brand che si affidano a noi in ogni possibile esigenza: grazie all’utilizzo di tool specifici, riusciamo a garantire un livello di dettaglio approfondito che rileva tutto il funnel di vendita: dai trend di ricerca, al posizionamento organico e sponsorizzato.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito Inthezon e come state affrontando questa crisi?

Roberto Botto: La pandemia ha avuto effetti drammatici sulla maggior parte dei settori, ma ha inevitabilmente dato dei benefici ad altri. Il mondo dell’e-commerce è uno di questi, quindi le esigenze dei nostri clienti sono rimaste le stesse e anzi, non solo non ci sono state contrazioni, ma abbiamo avuto un significativo incremento rispetto all’anno scorso.

Avete dovuto prendere decisioni difficili? E quali sono le lezioni apprese?

Roberto Botto: Oserei dire che il 2020 è stato l’anno in cui abbiamo imparato di più. La prima lezione appresa riguarda senza dubbio l’orientamento verso cui indirizzare il mindset aziendale: il cambiamento va accolto, mai respinto, perché solo in tal modo si può evolvere. Abbiamo avuto un’ulteriore prova di quanto sia importante sperimentare, senza mai tradire la propria personalità. Innovazione e italianità restano per noi concetti chiave.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come proiettate, voi stessi e Inthezon nel futuro?

Roberto Botto: Comunicando competenza. L’ansia, specie in un momenti di crisi globale come quello attuale, è più che fisiologica; ma non è subendola che si cresce. Noi abbiamo fatto leva su ciò che sappiamo fare, continuando a farlo con ancora più efficienza di prima e condividendolo attraverso l’organizzazione di webinar, per esempio. Il nostro Gruppo, inoltre, ha lanciato un canale podcast, RadioCom.Cafè, tramite il quale abbiamo messo a fattor comune le idee e le strategie dei manager delle più grandi aziende italiane. Tenere lo sguardo verso il futuro ci ha aiutato a superare questo momento, e ancora molti sono i progetti a cui stiamo lavorando e che sveleremo nei prossimi mesi. Magari in una prossima intervista.

Il vostro sito Web?

www.inthezon.com

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Roberto Botto: Dietro ogni grande azienda c’è un grande team. Bisogna conferire maggiore centralità alle persone e investire in processi di reskilling e upskilling per superare il gap delle competenze. Solo in tal modo saremo in grado di affrontare ogni possibile sfida futura.

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month