Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Non esistono “regole”, solo lavoro, “su misura”

Pubblicato

-

Roger Botti Robilant Associati

Intervista a Roger Botti, Direttore Generale di  Robilant Associati, la società di Brand Advisory e Strategic Design leader del mercato italiano e riconosciuta a livello internazionale.

Come state, lei e la sua famiglia? 

Roger Botti : Stiamo bene per fortuna, abbiamo sempre lavorato e trovato nuovi equilibri familiari.

Può parlarci di lei e della sua carriera?

Roger Botti : Faccio questo lavoro da 37 anni, lo faccio con grande passione e mi sono sempre interessate tutte le sfaccettature della professione, da quella creativa, che è sempre il sogno di tutti, alla parte disegnativa con la quale ho iniziato e con cui ancora oggi mi piace cimentarmi quando posso, essendo molto impegnato nella parte commerciale, che mi hanno insegnato essere la più importante in un lavoro poco valorizzato e che ha bisogno di essere “protetto”. Seguo ovviamente anche la parte organizzativa, che rappresenta l’innovazione e il futuro di ogni azienda di questo settore. Forse la paura della ripetitività, che ho sempre mal sopportato, mi ha spinto verso una poliedricità professionale che alla fine ho capito essere una grande fortuna.

Oggi dirigo un team di 95 persone, un grande laboratorio creativo e artigianale, che cerca di guardare al futuro con l’entusiasmo di chi ha la fortuna di partecipare a grandi progetti di innovazione.

Come innova Robilant Associati? 

Roger Botti : Facendosi molte domande, lasciando spazio agli entusiasmi di chi sa prendere l’iniziativa, anche quando le idee sembrano folli. Cerchiamo disperatamente di reinventare questo mestiere ogni giorno, perché non ci piacciono i modelli predefiniti, che consideriamo non sufficientemente “su misura”. Ogni progetto non assomiglia mai a nessun altro, ha bisogno di essere capito, ci si deve innamorare della Marca per cui si lavora, definendo gli strumenti adatti, che ogni volta possono essere diversi. Con questo principio ci siamo spinti verso molte nuove discipline, facendole convivere e intrecciando le competenze analogiche e digitali, architettoniche e grafiche, strategiche e creative, cercando di abbattere le barriere tra i mestieri ma stando tutti sotto lo stesso tetto, come in una bottega rinascimentale.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito Robilant Associati e come state affrontando questa crisi?

Roger Botti : Prima di tutto abbiamo dovuto rinunciare temporaneamente alla “nostra bottega” dove il nostro mestiere cresce e le contaminazioni funzionano bene. Per fortuna però abbiamo saputo cogliere l’opportunità di vivere a distanza senza perdere “il contatto”. Abbiamo imparato molto e sfruttato tecnologie che prima sottovalutavamo, anche se ora non vediamo l’ora di tornare alla nostra normalità, che peraltro si è arricchita di un nuovo grande ufficio/laboratorio, che abbiamo completato durante la nostra assenza e che è pronto per accogliere noi e i nostri clienti per tornare a crescere insieme.

Avete dovuto prendere decisioni difficili? E quali sono le lezioni apprese?

Roger Botti : Abbiamo preso le decisioni che venivano imposte dalla realtà, cercando solo di anticiparle, per non subirle e per essere pronti ogni volta a ridefinire piani organizzativi che non ci facessero perdere efficienza.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come vi proiettate, voi stessi e Robilant Associati nel futuro?

Roger Botti : Come dicevo, l’unico modo per controllare la situazione per noi è stato “anticipare” le decisioni, questo aiuta ad essere pronti al futuro e pensare positivo anche in momenti difficili. Così come prima è servito anticipare la chiusura e le difese prudenziali, ora servirebbe anticipare il ritorno alla normalità. Tornare a investire credendo nel futuro, con coraggio.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Roger Botti : Negli ultimi 10 anni, la nostra curiosità e l’integrazione di nuove persone ci ha spinto verso nuove discipline, allargando il territorio di competenza del nostro mestiere. Questo ha fatto crescere le sovrapposizioni con i nostri concorrenti che sono diventati molti e molto diversi tra loro. Il nostro modo di lavorare ci spinge però verso nuovi modelli, che non assomigliano al mercato, ma lo stimolano al cambiamento. Questo ci fa sperare in un futuro positivo.

Il vostro sito Web? 

Roger Botti : Per una panoramica generale sull’azienda il nostro sito web, recentemente rinnovato, è www.robilant.it, mentre sui social siamo molto attivi su Linkedin, dove proponiamo aggiornamenti sulla nostra attività e spunti di riflessione più ampi sul mondo della comunicazione e del branding. Stiamo inoltre lavorando ad un nuovo racconto di noi, che speriamo possa fissare alcuni aspetti, lasciandone la possibilità di movimento.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza? 

Roger Botti : Ci ha ricordato che siamo vulnerabili, forse abbiamo imparato qualcosa, sicuramente ci costringerà a migliorare, sapendo anche improvvisare, rispondendo agli imprevisti.

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month