Connect with us

INNOVATORS VS COVID-19

“Ogni avvenimento può tradursi in opportunità”. Intervista a Silvia Pinferi, CTO & Pr manager, Brickscape

Brickscape.it è il motore europeo di ricerca del turismo esperienziale.

Pubblicato

-

Brickscape

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questo periodo di emergenza COVID-19?

“Stiamo bene, grazie. Fortunatamente nessuno dei soci di Brickscape, oppure familiari, amici o conoscenti sono stati colpiti da questa dura prova”.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale ? 

“Siamo un gruppo di viaggiatori e sognatori, che hanno sempre desiderato conoscere nuovi orizzonti, al di là sia del proprio ambito lavorativo o del proprio territorio di adozione. L’amore per i viaggi ci accomuna da sempre. Nel nostro piccolo, da viaggiatori, abbiamo cercato sempre proposte di viaggio che prevedessero  attività nuove, originali ed esperienziali da poter fare nel nostro territorio. Abbiamo provato sulla nostra pelle, i limiti e le incongruenze che mettono a disagio l’utente nelle ricerche web nei principali motori di ricerca. I primi ideatori di Brickscape siamo state io ed Alessia, amiche e anche storiche collaboratrici in progetti di marketing territoriale. Insieme ad altre tre valide figure abbiamo costituito un team il cui back-ground è ampio e diversificato per supportare tutte le necessità della giovane startup. Il nostro motto è: Far vivere il viaggio come un’esperienza unica ed autentica!”

Come innova la vostra azienda?

” Abbiamo ideato e creato il primo motore di ricerca di esperienze da fare in Italia. Un motore molto user-friendly per la ricerca e la comparazione veloce, deduttiva ed esaustiva di attività esperienziali da poter fare nel territorio italiano. Il mercato turistico ha applicato questa metodologia in molti ambiti, nella ricerca dei voli aerei, delle camere di albergo o delle case vacanza. I dati internazionali hanno tracciato negli ultimi 10 anni un’impennata nella richiesta di esperienze turistiche, ma la ricerca si disperde in migliaia di siti locali e poco indicizzati e la finalizzazione dell’utente è in buona parte dispersa. Si tratta di una occasione persa per migliaia di fornitori di attività esperienziali. La ricerca comparata di attività esperienziali fornisce nuove chance di vendita alle aziende turistiche che vendono attività esperienziali  ed è una grande opportunità per i viaggiatori.

Sempre più viaggiatori oggi scelgono la propria destinazione di viaggio in base a ciò che vogliono fare prima ancora di capire cosa potranno vedere. Le aziende turistiche creano continuamente nuove proposte e il web si riempie di marketplace che propongono attività esperienziali. Si capisce quindi il valore di un portale che organizza e compara le offerte da vari siti origine. E’ facile intuire il valore e la portata che potrà avere in futuro per il viaggiatore.

Ogni giorno siamo continuamente alla ricerca di nuove metodologie per rendere il nostro portale sempre più vicino alle richieste delle aziende che inseriscono  le offerte esperienziali e sempre più user friendly per i viaggiatori”.

In che modo la pandemia da COVID-19 colpisce la vostra attività e come state affrontando questa crisi?

“La nostra realtà è in continua evoluzione ed ha voluto cogliere questo difficile momento  come un’occasione per spingersi ancora più avanti. Abbiamo approfittato di questo periodo di arresto dell’attività di vendita per affrontare progettualità che avevamo nel cassetto con l’intento di migliorare le performance del sito. Abbiamo svolto corsi di formazione, partecipato a fiere internazionali sul web marketing ed assistito a interessanti dibattiti web. Tutto è stato tradotto in attività e fatti che ci porteremo come tesoretto nei prossimi mesi di attività”.

Avete dovuto fare delle scelte difficili in questa situazione di emergenza ? E quali sono le lezioni apprese?

“Abbiamo in qualche modo subito le decisioni altrui e ci siamo sentiti limitati nelle nostre occasioni di confronto e supporto morale che invece si possono ricevere tramite il contatto diretto, di persona. La lezione più grande che abbiamo appreso è quella che ogni avvenimento, seppure apparentemente negativo per l’azienda, può tradursi in opportunità. Pochi giorni dopo l’annuncio pubblico della chiusura delle attività e il lockdown, abbiamo prontamente reagito e in soli 5 giorni eravamo tutti collegati in rete per svolgere corso di formazione e aggiornamento sul Content digital marketing e SEO”.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo e come vi proiettate, voi stessi e la vostra azienda nel futuro?

“Cerchiamo di dedicare il nostro tempo libero ai nostri hobby di sempre (quelli che possiamo fare in questo particolare momento, s’intende). Tutto per cercare di dare un pizzico di normalità alle nostre vite, ma c’è una cosa che non abbiamo mai smesso di fare e di cui non possiamo davvero fare a meno: sognare.

Anche se chiusi nelle nostre stanze, davanti ai nostri pc, abbiamo sognato spesso di nuove avventure per il mondo.

Intanto continuiamo a lavorare insieme alla nostra avventura : il portale BrickScape.

Stiamo implementando le nostre risorse interne, formando nuovi validi elementi da includere poi ufficialmente nel nostro organico. Pensiamo di aver costruito molto con le nostre competenze ma non pensiamo di essere arrivati, anzi. Dobbiamo fare ancora molta strada e pensiamo a tante opportunità che incontriamo spesso ma che non riusciamo ad approfondire tutte subito. Giorno dopo giorno, lavoriamo per tradurre le nostre idee in azioni concrete, instaurare nuove e proficue collaborazioni, partnership che ci diano la possibilità di ampliare sempre di più il nostro prodotto.

Ad oggi lavoriamo essenzialmente con un mercato domestico, proponiamo attività esperienziali in Italia a viaggiatori italiani, ma stiamo già ricevendo tante visite da utenti di altri paesi europei. Il nostro prossimo passo sarà quello di aprirci al mercato di incoming estero, a iniziare dall’Europa”.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

“Ad oggi non esiste un altro  motore di ricerca per le attività esperienziali, un vero search engine dedicato al turismo esperienziale. Esistono però market place che vendono offerte esperienziali e per quantità di prodotto si possono assimilare a pseudo motori di ricerca. Questi grandi portali  vendono tante attività, ma solo poche di queste sono esperienze. Abbiamo parlato a lungo sul nostro blog su cosa sia veramente il turismo esperienziale. L’esperienza turistica è un’attività unica che prevede un coinvolgimento attivo del viaggiatore e che si qualifica come speciale, solo se svolta, in un determinato luogo e perde il suo valore originale se replicata in un altro posto. In un luogo diverso non sarebbe la stessa cosa.

Faccio un esempio. Il noleggio di un’auto, l’acquisto di un biglietto sono attività ma non esperienze. Prendiamo Un trekking sulle tracce dei lupi, questa è un’attività che acquista valore e provoca un’emozione solo se praticata in determinati luoghi, non è quindi organizzata ovunque.

Arrivando quindi alla seconda parte della sua domanda: I grandi marketplace vendono per la maggior parte attività. BrickScape si propone come motore di ricerca di esperienze. Su Brickscape si cercano emozioni non attività. Sono una testimonianza vivente delle emozioni che regaliamo, i contenuti, video e testi, creati dai nostri Blogger Friends in occasione dei Blog Tour! Ecco in cosa ci differenziamo e su cosa puntiamo per superare la concorrenza!”

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

“Il COVID-19 sta limitando i nostri spostamenti ai confini nazionali. Come italiani questa è l’occasione per  trascorrere le nostre vacanze in Italia e scoprire i luoghi meravigliosi che il nostro paese custodisce. Lato azienda, l’emergenza Covid ci ha offerto nuove opportunità di far conoscere l’Italia autentica, poco battuta, fatta di tanti luoghi meravigliosi e tante piccole realtà desiderose di farsi conoscere dagli stessi italiani. Spesso, parlo da viaggiatore,  non ci accorgiamo di quanto il nostro paese sia in grado di offrire e ci sentiamo di aver davvero staccato la spina solo quando per raggiungere il luogo di vacanza prendiamo un aereo.

Con la fase 2, l’Italia sta ripartendo e con essa speriamo una nuova considerazione del nostro patrimonio e del nostro paese”. 

 

Continua a leggere
Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *