Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Jotto, il comfort nella sua forma perfetta

Pubblicato

-

Salvatore Piccinato jotto

Parla a Startup.info, Salvatore Piccinato, fondatore della startup veronese Jotto : il comfort nella sua forma perfetta.

Prima di tutto, come state, lei e la sua famiglia in questa fase dell’emergenza COVID-19?

Salvatore Piccinato: Bene grazie, la convivenza con questa pandemia è difficile, però non dobbiamo precluderci la convivenza sociale con la gente che ci sta accanto, basta conoscere il male per poter capire come comportarci, importante è continuare a vivere.

Ci parli di lei, della sua carriera e di come nasce Jotto?

(Estratto di una intervista fatta al sole24ore)

Suo padre lo voleva camionista, lui invece si è innamorato dell’elettronica ed è diventato prima AD di Nardi Elettronica e oggi lancia una start up innovativa che si confronta con i colossi internazionali.

Nato 49 anni fa a Costermano sul Garda, Salvatore Piccinato ha sempre avuto il pallino dell’elettronica che lo ha portato a diventare, da semplice dipendente con un diploma in tasca di perito elettronico, numero uno della Nardi Elettronica srl di San Bonifacio nel Veronese, attiva nel settore dell’elettronica industriale che esporta in Usa, Messico, Brasile, Francia, Slovacchia, Lettonia, Turchia, Russia e Cina.

Suo padre Adriano era un camionista in proprio, un padroncino, e voleva che Salvatore portasse avanti l’azienda di famiglia. “Io non ne volevo saperne e questo fu motivo di dissapori con papà, che si sono poi risolti con il tempo”, ricorda Salvatore. “Ma ero bravo a scuola ed ero appassionato di elettronica e volevo seguire la mia strada”.

Piccinato è azionista di maggioranza e amministratore delegato dal 2009, dopo averne acquisito progressivamente le quote e rivoluzionato mission e fatturato dopo trent’anni tra gavetta e “cursus honorum” in azienda.

Dopo aver centrato il successo internazionale con le schede elettroniche per stufe a pellet, Piccinato inizia a viaggiare e nel 2012, durante una trasferta di lavoro negli Stati Uniti, un cliente importante lo sfida a replicare il successo di Nest, il termostato creato da una società acquisita da Google per il mercato americano. Lo sfida, però, a mettere a punto una tecnologia in grado di rendere il prodotto funzionante in tutto il mondo, a partire naturalmente dall’Italia e quindi dal mercato europeo.

È così che Piccinato, sposato da 26 anni, 4 figli, animatore in parrocchia, allenatore per hobby di una squadra di calcio di ragazzi nonché consigliere comunale del suo paese di origine, accetta la sfida che si concretizza nel 2017 con la creazione della start up “Jotto srl” che ottiene il 31 marzo 2017 l’accreditamento e viene iscritta nel registro nazionale delle start up innovative.

Inguaribile ottimista (“Bisogna trovare il sorriso in ogni avversità” dice) e appassionato di musica (“Mi piacciono le colonne sonore di film e mi commuovo sentendo i violini”) il “Piccy”, come lo chiamano gli amici, ama il basso profilo e la concretezza e si riconosce il difetto di essere un po’ troppo accentratore.

E mentre il termostato bluetooth Jotto è ancora in fase di decollo, Piccinato sta già guardando al settore dei sistemi di sicurezza per la casa. Tutto è ancora top secret, ma c’è da scommettere che non si lascerà sfuggire questa nuova sfida.

Come innova Jotto?

Salvatore Piccinato: Grazie al termostato Jotto, possiamo controllare il confort abitativo, monitorare i consumi, aiutare anche le persone diversamente abili, o con problemi di mobilità a vivere la loro abitazione, ad esempio con i comandi vocali dei Alexa e Google Home, possiamo comandare a voce il termostato Jotto.

Inoltre la piattaforma JACC che permette di eseguire la teleassistenza on line e in tempo reale, possiamo ad esempio diminuire gli spostamenti e i contatti con personale estraneo per eseguire assistenze tecniche che fino ad oggi richiedono la presenza fisica di un tecnico.

In che modo la pandemia da COVID-19 ha colpito Jotto e come state affrontando questa crisi?

Salvatore Piccinato: Fortunatamente non ci ha colpito come altri settori, anzi grazie allo smartworking e alla delocalizzazione della nostra produzione di fatto non siamo mai stati chiusi, logico che l’ economia è stata messa duramente alla prova e anche noi siamo stati interessati.

Però il nostro prodotto ci ha dato la possibilità di creare opportunità di inserirsi in un mondo che da oggi non sarà più come prima e il nostro prodotto potrà creare una opportunità importantissima.

Avete dovuto prendere decisioni difficili ? E quali sono le lezioni apprese?

Salvatore Piccinato: Fortunatamente NO, il nostro team è molto giovane e dinamico e ci siamo subito rimboccati le maniche per superare questo periodo, ripeto, magari creando una nuova opportunità di crescita, solitamente dalle grandi catastrofi il genere umano ha sempre tratto miglioramenti.

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo di emergenza sanitaria e come vi proiettate, voi stessi e Jotto nel futuro?

Salvatore Piccinato: Con concentrazione, lavoro e una sana follia imprenditoriale, l’ innovazione che porterà il nostro termostato Jotto ci permetterà di essere leader nei prossimi anni.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

Salvatore Piccinato: I nostri competitor sono a livello globale Nest (di Google), Netatmo ( legrand) e Tado, pensiamo che abbiamo le caratteristiche di prodotto superiori a ciascun di questi competitor di fama mondiale, non ne abbiamo le dimensioni , loro sono colossi mondiali, ma vogliamo affrontarli singolarmente e poi penso che anche essere fra i primi 10 al mondo come termostati smart non sarebbe un brutto risultato.

Le sue considerazioni finali su questa emergenza?

Salvatore Piccinato: Non si può negare che quello che sta succedendo nel mondo per colpa del Covid non ci stia toccando, ma dobbiamo essere sempre positivi e pensare che siamo noi che dobbiamo trovare la soluzione per vivere meglio con noi stessi e con gli altri, dalle prove più difficili ci si rialza sempre più forti e consapevoli. Un pensiero comunque va anche a coloro che non ce l’hanno fatta e ai loro famigliari e amici.

Il vostro sito Web?

www.jotto.biz

Co-Founder & COO di Startup.info, appassionato del mondo Innovazione e Startup.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria