Connect with us

Risorse

15 domande che i venture capitalist ti faranno prima di investire nella tua startup

Pubblicato

-

Investor pitch

I Venture Capitalist (VC) conducono ricerche approfondite prima di investire in qualsiasi nuova attività di avvio. Nella maggior parte dei casi, questi investitori daranno un no per vari motivi. Un motivo comune per una tale risposta è quando la startup esce dal suo obiettivo o non rientra nella fase di investimento desiderata.

Pertanto, i VC investiranno in società all’interno dei loro parametri di investimento e quando saranno soddisfatti delle risposte alle seguenti 15 domande. La revisione di questi fattori ti aiuterà ad attrarre gli investitori desiderati e ad assicurare i finanziamenti richiesti senza sudare.

1. Qual è la composizione della gestione del tuo team?

La squadra dietro una nuova attività è di molta importanza rispetto al prodotto perché, senza qualcuno con la giusta serie di competenze, esperienza, motivazione e temperamento per far crescere la tua attività, la tua grande idea non vedrà la luce del giorno.

Le tue risposte alle seguenti domande aiuteranno l’investitore a vedere se sarà piacevole lavorare con il tuo team o meno.

  • Chi sono i fondatori e il management team dietro questa startup?
  • Puoi menzionare la loro esperienza di dominio pertinente?
  • A breve termine, quali sono le principali aggiunte alla squadra di cui hai bisogno?
  • Il team è posizionato in modo univoco per eseguire il piano aziendale della tua azienda?
  • Quanto è grande la forza lavoro?
  • Che motivazione hanno i fondatori?
  • Il team è scalabile nei prossimi 12 mesi e, in caso affermativo, qual è il tuo piano?

Si consiglia di assumere consulenti esperti durante le prime fasi della tua startup per aiutare il tuo team a superare determinate sfide che le nuove aziende affrontano quando si avventurano nel settore e quando cercano finanziamenti.

2. Quanto è grande la tua opportunità di mercato?

Devi convincere il VC del potenziale della tua azienda che diventa davvero grande perché il loro obiettivo principale sono le aziende che hanno la possibilità di essere scalate e significative. Ciò significa che presentare piccole idee ridurrà la probabilità di ottenere finanziamenti.

Invece, presenta il mercato indirizzabile effettivo, le dimensioni che prevedi di acquisire e dopo quale durata. Pertanto, le aziende con piccoli prodotti o servizi possono posizionarsi come piattaforma e quindi consentire l’aggiunta di diverse app e prodotti. Questo perché la maggior parte degli investitori classifica le grandi opportunità di mercato come quelle che possono generare vendite per un valore di $ 1 miliardo e oltre. Pertanto un fondatore deve confezionare bene la propria attività per attirare gli investitori.

3. Qual è la trazione anticipata della tua azienda?

Quando fai questa domanda, VC vuole conoscere i tuoi clienti. Dimostrare la trazione iniziale della tua startup può aiutarti a ottenere finanziamenti di rischio e con condizioni favorevoli. Quindi prepara attentamente le tue risposte ai seguenti argomenti perché questo determinerà l’importo che il VC investirà nella tua azienda.

  • Clienti pilota, preferibilmente clienti di marca
  • Le testimonianze dei tuoi clienti
  • Partnership strategiche
  • Ammissione a programmi competitivi come incubatori tecnologici, acceleratori o Y Combinator

Quindi avere informazioni sulla tua trazione iniziale, su come prevedi di accelerarla, sul motivo principale per la trazione e su come la tua azienda può scalarla, come ottenere copertura stampa da siti Web o pubblicazioni importanti, può aiutarti ad avvicinarti ai finanziamenti.

In realtà, dedica una diapositiva sulla presentazione degli investitori per tali titoli e menzioni da parte di aziende rinomate per aumentare la probabilità di ottenere una risposta positiva dagli investitori.

4. Quanto sono appassionati e determinati i fondatori?

Fondatori appassionati e determinati si dedicano alla startup. Questi sono CEO che capiscono chiaramente il business, come farlo crescere e sono pronti ad affrontare alti e bassi lungo la strada. Un fondatore dovrebbe apparire professionale, mostrare passione ed entusiasmo per far crescere una startup che potrebbe richiedere molto tempo per svilupparsi.

Per questo motivo, gli imprenditori dovrebbero essere in grado di raccontare una storia del motivo per cui hanno avviato questa startup invece di fare qualcos’altro, oltre a fare ricerche sul background e sul portafoglio di investimenti di VC per assicurarsi che abbiano interessi comuni prima di presentarsi a loro.

5. Quanto bene il fondatore(i) comprende le metriche finanziarie e chiave della propria azienda?

Gli investitori sono alla ricerca di fondatori in grado di articolare coerentemente le metriche finanziarie e chiave della loro attività. Utilizzando le cifre, i fondatori dovrebbero dimostrare come spenderanno i soldi ma non quanto dureranno. La conversazione di un fondatore basato sulla metrica si concentra sull’imbuto di vendita, sui ricavi e sulla crescita dei clienti.

Comprendere gli indicatori chiave di prestazione aiuta i fondatori a stabilire correttamente le proprie priorità e a concentrare i propri team sulle metriche critiche che riflettono tali priorità.

6. Ti ha consigliato un collega fidato?

I venture capitalist ignorano i pitch deck non richiesti. Tuttavia, puoi catturare la loro attenzione quando ti viene presentato da un collega fidato come un avvocato, un banchiere d’investimento, un altro VC o un altro investitore.

7. Quanto è interessante il tuo pitch deck?

Dopo l’introduzione da parte del loro fidato collega, dovresti inviare a un VC una presentazione per investitori di 15-20 pagine. L’investitore cercherà un modello di business interessante con un’opportunità killer e imprenditori impegnati da questa presentazione.

Internet ha molti esempi di grandi pitch deck di giganti aziende tecnologiche come Facebook, Sequoia Capital, Twitter, Uber e altro. Ricerca attentamente su cosa si sono concentrate queste aziende in modo da poter allineare il tuo pitch deck e le sintesi dei dirigenti agli interessi degli investitori.

8. Ogni azienda ha potenziali rischi Quali sono le tue e le precauzioni di mitigazione?

Oltre alla crescita del business e ai ricavi, gli investitori vogliono conoscere i potenziali rischi e le precauzioni per mitigarli. Pertanto un VC vorrà sapere se i fondatori comprendono molto bene la loro attività e il loro settore.

Avranno bisogno di ulteriori spiegazioni sui principali rischi, rischi legali e se il modello di business è conforme a leggi come l’espansione delle protezioni della privacy, i rischi di responsabilità del prodotto, i rischi normativi e i rischi tecnologici. Inoltre, dovrai comunicare loro i passaggi che intendi intraprendere per mitigare questi rischi.

Un imprenditore che mostra come eliminare o ridurre i diversi tipi di rischi a cui è esposta una startup può facilmente attrarre finanziamenti dai VC.

9. Cosa rende unico il prodotto della tua azienda?

Gli investitori vogliono sapere perché pensi che il tuo prodotto o servizio sia eccezionale o unico rispetto a ciò che è disponibile sul mercato.

Quindi, vorranno sapere cosa dicono gli utenti su di loro, le principali pietre miliari del prodotto, le principali funzionalità differenziate, le lezioni dalle loro prime versioni, eventuali funzionalità aggiuntive chiave che prevedi di aggiungere in futuro, nonché la frequenza con cui aggiornerai il tuo prodotti o servizi.

10. Come intendi utilizzare il capitale di investimento e quali sono i progressi previsti?

Fondamentalmente, gli investitori sono interessati a come utilizzerai i loro soldi e a quanto presto cercherai il prossimo round di finanziamento. Il modo in cui un fondatore affronta questa domanda lo aiuta a confrontare i tuoi piani di raccolta fondi con i tuoi requisiti di capitale. Con la loro esperienza in altre società, sono in grado di dire se le tue stime di spesa sono ragionevoli e se il capitale che hai richiesto sarà sufficiente fino al prossimo finanziamento.

11. La valutazione prevista della società è realistica?

Imprenditori e investitori sono estremamente preoccupati per la valutazione data a un’impresa. I VC sono alla ricerca di valutazioni aziendali attraenti e ragionevoli. La valutazione è la valutazione pre-moneta o il valore aziendale che concordi con un investitore prima di investire nuovo denaro.

Poiché non esiste una formula fissa per il calcolo della valutazione, un imprenditore può negoziare con un investitore, ma maggiore è la valutazione, migliore sarà l’operazione e minore sarà la diluizione per i fondatori.

D’altra parte, i VC sono motivati da una valutazione inferiore in una startup promettente perché un finanziamento più elevato si traduce in una partecipazione maggiore in quella società, quindi rendimenti più elevati all’uscita e rischi inferiori.

I fattori chiave che vengono considerati nel determinare la valutazione prevista della società sono:

  • Esperienza dei fondatori e successi passati. Una startup di un imprenditore seriale può richiedere una valutazione più alta perché presenta meno rischi.
  • La dimensione dell’opportunità di mercato.
  • La tecnologia proprietaria dell’azienda che ha già sviluppato.
  • La sua trazione iniziale che è determinata da pubblicità favorevole, entrate, clienti soddisfatti o partnership.
  • La valutazione di società simili.
  • Se altri investitori lo stanno perseguendo.
  • Il clima economico attuale. La valutazione aumenta in un’economia forte e scende durante le crisi economiche.
  • L’efficienza del capitale del tuo modello di business. Questa è la quantità di capitale che l’azienda brucerà prima di raggiungere la redditività.
  • I progressi compiuti verso un prodotto minimamente redditizio.

Di seguito sono riportati diversi modi in cui gli angel investor e i VC investono in un’azienda:

  • cambiale convertibile
  • Accordo Semplice per Future Equity (SAFE)
  • Investimento in azioni privilegiate convertibili

12. Qual è la tecnologia differenziata della tua azienda?

Poiché la maggior parte dei venture capitalist si concentra su dispositivi mobili, Internet, software e altre tecnologie, la tecnologia proposta per la tua startup è importante.

Pertanto gli investitori ti faranno le seguenti domande per determinare se investiranno nella tua azienda o meno.

  • La tua startup ha una tecnologia differenziata e, se sì, quanto è differenziata?
  • Qual è il suo vantaggio competitivo rispetto alla tecnologia esistente?
  • La tecnologia può essere replicata facilmente?
  • Sarà costoso integrare la tecnologia in ogni prodotto?

13. La tua azienda ha una proprietà intellettuale chiave?

Gli investitori sono desiderosi di investire in società con proprietà intellettuale come brevetti, diritti d’autore, marchi, segreti commerciali, nomi di dominio o brevetti in attesa di registrazione.

Vogliono anche sapere come la tua azienda ha sviluppato la sua proprietà intellettuale, tramite sovvenzioni governative, all’università o con tecnologia open source, al fine di determinare in che misura la tua azienda può utilizzarla.

Tuttavia, vogliono la certezza che non violi i diritti di terzi o che un ex dipendente non abbia potenziali pretese. Quindi devi rivelare se l’azienda possiede la proprietà intellettuale o se tutti i dipendenti e i consulenti l’hanno assegnata all’azienda.

14. Quanto sono interessanti e realistiche le proiezioni finanziarie della tua azienda?

È importante capire che gli investitori vogliono investire i loro soldi in aziende con un potenziale di crescita significativo. Tuttavia, dovresti essere realistico quando prepari questa diapositiva perché i casi estremi funzioneranno contro di te.

Pertanto, sviluppa ipotesi realistiche perché sono facili da giustificare; altrimenti, i tuoi potenziali investitori concluderanno che non hai un vero controllo sulla tua attività se le tue risposte alle tue proiezioni finanziarie non sono convincenti e ponderate.

15. La tua formazione giuridica può essere definita pulita e conforme alle leggi applicabili?

Le aziende che non rispettano determinate normative come le leggi sull’occupazione, la legge sui titoli o hanno problemi legali con terzi o tra i fondatori sono bandiere rosse.

In realtà, gli investitori non presteranno attenzione a tali società e quindi devi assicurarti che la tua azienda sia pulita e conforme da un punto di vista legale prima di presentare a qualsiasi investitore.

Di seguito sono riportati alcuni degli errori legali che commettono imprenditori e startup:

  • Non rendere chiaro l’accordo con i loro co-fondatori.
  • Non avviare l’attività in una forma giuridica adeguata, con conseguente aumento delle tasse.
  • Non ricercare correttamente il nome dell’azienda, finendo così con uno con un problema di dominio o una violazione del marchio.
  • Non rispettare le leggi sui titoli.
  • Ignorando importanti considerazioni fiscali.
  • Assumere un consulente legale inesperto, quindi entrare in molti problemi legali.
  • Non proteggere la tua proprietà intellettuale e altro ancora.
Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month