Connect with us

Risorse

Come ottimizzare la ricerca vocale: 6 strategie SEO per il successo

Pubblicato

-

strategie seo ricerca vocale

Se l’ottimizzazione della ricerca vocale non fa ancora parte della tua strategia SEO, è tempo di pensarci. Il fascino della chat vocale è infatti innegabile: è più veloce e ti consente di fare più cose nello stesso momento. Secondo un recente studio, il 55% degli utenti esegue la ricerca vocale per porre domande e il 39% utilizza un assistente vocale almeno una volta al mese. La chat vocale sta diventando sempre più affidabile con il miglioramento della tecnologia.  Per aiutarti, in questo articolo abbiamo elencato 6 strategie SEO pensate per ottimizzare la ricerca vocale e favorire il successo del tuo sito

L’evoluzione della ricerca vocale

La ricerca sta diventando più intelligente che mai. Poche persone digitano su una tastiera, soprattutto per le query di ricerca. Quando digiti, adotti una sorta di stenografia artificiosa, quindi inserisci qualcosa come “meteo Parigi” nella barra di ricerca. Quando parli, è più probabile che tu faccia la domanda completa: “Com’è il tempo a Parigi?” Questo schema vale anche con le query di ricerca vocale.

Man mano che programmi come Google Now, Siri e Cortana diventano più popolari e la loro programmazione diventa più raffinata, è sempre più essenziale che i motori di ricerca imparino a interpretare le frasi naturali.

6 strategie per il successo dell’ottimizzazione della ricerca vocale

In sostanza, l’ottimizzazione per la ricerca vocale è simile alla SEO del passato, ma con un focus più affinato.

1 . Comprendi il tuo tipo di cliente e il comportamento del dispositivo

Proprio come gli algoritmi di ricerca vocale utilizzano dati, posizione e diversi punti dati per comprendere il contesto di ricerca, gli esperti di marketing devono approfondire la comprensione del consumatore e del suo comportamento.

I dati in tempo reale e la ricerca sulle informazioni sui consumatori possono aiutare a capire in che modo persone diverse utilizzano la ricerca vocale e su quale tipo di dispositivo abilitato alla voce.

2. Concentrati sulle parole chiave conversazionali

Anche se non credo che le parole chiave corte scompariranno del tutto, diventeranno molto meno rilevanti se consideriamo le frasi naturali utilizzate nelle ricerche vocali.

Oggi più che mai, gli esperti di marketing devono concentrare l’attenzione sulle parole chiave conversazionali. È essenziale capire quali domande devi completare per rispondere.

3. Crea contenuti avvincenti basati sulla persona

Brevità, contesto e pertinenza sono essenziali durante l’ottimizzazione per la ricerca vocale.

Ciò che potrebbe essere diverso dalla tua solita strategia SEO è che ora devi anche prestare particolare attenzione ala creazione di risposte dettagliate a domande comuni e al rispondere a semplici domande in modo chiaro e conciso.

Crea contenuti ricchi e accattivanti che rispondano alle domande più comuni dei tuoi utenti e risolvano i loro punti deboli. Una buona strategia che è già stata adottata con successo da molti siti web è quella di:

  • Creare un contenuto o una pagina web con un titolo che pone una domanda comune.
  • Immediatamente dopo il titolo, fornire una risposta concisa o una definizione alla domanda.
  • Utilizzare il resto della pagina per fornire ulteriori dettagli elaborativi sull’argomento.

La cosa significativa di questa strategia è che la pagina web alla fine farà appello all’algoritmo di ranking di Google.

Allo stesso tempo, le informazioni brevi nella parte superiore della pagina sono ottimizzate per la ricerca vocale e potrebbero persino diventare uno snippet in primo piano.

4. Fornisci il contesto con il markup dello schema

Familiarizza con il markup schema, se non lo hai già fatto. 

Usa lo schema per contrassegnare i tuoi contenuti e dire ai motori di ricerca di cosa tratta il tuo sito.

Questo componente aggiuntivo HTML aiuta i motori di ricerca a comprendere il contesto dei tuoi contenuti, il che significa che ti posizioni meglio nelle ricerche tipiche e più pertinente nelle query specifiche effettuate tramite la ricerca vocale.

Google comprende il linguaggio utilizzando gli schemi e possono essere un ottimo modo per aggiungere più informazioni al tuo sito web, così sei pronto a rispondere alle domande.

Secondo la ricerca di Milestone Marketing, basata su 9.400 implementazioni di schemi,  hanno riscontrato guadagni significativi del +20-30%, con una media di 40 tipi di schema e 130 attributi e proprietà.

Questo è il tipo di informazioni che gli utenti mobili e i cercatori vocali cercheranno più spesso.

5. Crea pagine che rispondono alle domande frequenti

Quando i ricercatori vocali fanno una domanda, in genere iniziano con “Chi”, “Cosa”, “Dove”, “Quando”, “Perché” e “Come”. Stanno cercando risposte che soddisfino un bisogno immediato.

Per rispondere a queste domande, crea una pagina delle domande frequenti e inizia ogni domanda con questi avverbi. Quindi rispondi in modo colloquiale per fare appello alla ricerca vocale.

Dal punto di vista delle prestazioni, assicurati che il tuo sito Web sia tecnicamente valido e includa schemi.

Assicurati che la navigazione e la struttura informativa siano facili da trovare e che le velocità di caricamento della pagina siano elevate.

6. Pensa mobile e pensa locale

Stiamo passando a un mondo first mobile in cui i dispositivi e le persone sono mobili.

Di conseguenza, è importante ricordare che mobile e locale vanno di pari passo, soprattutto per quanto riguarda la ricerca vocale. I dispositivi mobili consentono agli utenti di eseguire query locali in movimento. La ricerca vocale, a sua volta, consente agli utenti di porre domande iperlocali.

Assicurati che elementi come le indicazioni per le posizioni fisiche e le mappe dei siti XML siano leggibili dai visitatori e dai motori di ricerca sul tuo sito web.

Inoltre, crea esperienze diverse per utenti desktop e mobili, ovvero ottimizza per ricerche di tipo “vicino a me” su dispositivi mobili.

Infine, assicurati che la tua strategia mobile sia solida e concentrati sul miglioramento della velocità della pagina e dei tempi di caricamento.

Considerazioni finali 

Molti che sono cresciuti in un’epoca in cui non esisteva la ricerca vocale,  hanno ancora un certa diffidenza nei confronti delle attuali tecnologie. 

Le generazioni più giovani non hanno la stessa esitazione, e la maggior parte di loro si sente “esperta di tecnologia” quando usa la ricerca vocale. La ricerca vocale è chiaramente in aumento e sarebbe poco intelligente ignorare questa tendenza nel settore SEO. È ora di smettere di pensarci e ottimizzare la ricerca vocale in quanto si tratta di una strategia vincente.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Top of the month