Connect with us

Risorse

Come diventare nutrizionista: il percorso formativo e la gestione della libera professione

logo startup info

Published

on

cooked food on black bowl

Sono sempre di più le persone che oggi si pongono il quesito su come diventare nutrizionista. Se un tempo era visto soprattutto come una figura legata all’ambito sportivo e della remise en forme, negli ultimi anni l’interesse per la nutrizione e per una sana alimentazione si è decisamente diffuso nella società.

Diventare nutrizionista non significa solo acquisire competenze scientifiche sugli alimenti, sulla loro composizione e sui benefici apportati all’organismo, ma anche sapere gestire un’attività in proprio. Chi decide di intraprendere questa strada professionale e di aprire uno studio come libero professionista, si trova davanti alla necessità di sapersi muovere nel mondo imprenditoriale.

Oggi più che mai è fondamentale dotarsi degli strumenti giusti per estrarre il massimo dal proprio lavoro e dalle proprie competenze. Uno di questi è rappresentato da FatturaPro, la piattaforma innovativa che permette di emettere, inviare e conservare a norma di legge le fatture elettroniche. Come diventare nutrizionista richiede sì un percorso di studi specifico, ma anche la capacità di saper gestire correttamente la parte burocratica ed economico-fiscale legata alla libera professione. Con strumenti semplici e intuitivi come FatturaPro https://fatturapro.click/,  anche un neo-nutrizionista può concentrarsi al meglio sulla propria attività, lasciando a questa piattaforma la gestione di tutti gli aspetti amministrativi.

Come si diventa nutrizionista: la formazione accademica

Diventare nutrizionista richiede un percorso di studi specifico. Il primo passo è conseguire una laurea triennale in Dieta o in Scienze e Tecnologie Alimentari presso una facoltà di medicina. In questi corsi di laurea si studiano le basi della nutrizione umana, la composizione degli alimenti e il loro valore nutrizionale, i processi metabolici e le interazioni tra il cibo e l’organismo.

Successivamente è necessario iscriversi a una laurea magistrale in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana. Durante questo biennio si affinano le competenze, approfondendo materie come fisiologia dell’alimentazione, dietetica applicata, nutrizione in età evolutiva e patologia della nutrizione. La tesi riguarda di solito uno studio originale su un tema nutrizionale.

Conseguita la laurea magistrale, per completare la propria formazione è obbligatorio svolgere uno stage professionale della durata di 18 mesi presso strutture sanitarie pubbliche o private accreditate. In questa fase pratica si apprendono le competenze necessarie per lo svolgimento della professione sotto la guida di nutrizionisti esperti. Al termine è previsto un esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione sanitaria di nutrizionista.

Sapere come diventare nutrizionista quindi richiede principalmente il conseguimento di una laurea triennale e magistrale specifica, unite a uno stage professionalizzante. Solo dopo questo percorso di formazione teorico-pratico si è in grado di lavorare in autonomia come operatore della nutrizione umana, per la promozione della salute individuale e collettiva.

Come diventare nutrizionista: la gestione dell’attività  

Dopo aver completato il difficile percorso di studi, lo step successivo per un nutrizionista è occuparsi della gestione della propria attività. Generalmente si ha la possibilità di operare in diversi contesti: è possibile aprire una propria attività in forma singola o associata, oppure collaborare con studi medici, palestre e centri benessere che offrono consulenze nutrizionali.

Aprire uno studio autonomo comporta degli oneri burocratici, come l’iscrizione all’albo professionale e l’apertura della partita IVA. È necessario poi promuovere la propria figura acquisendo nuovi clienti, ad esempio tramite inserzioni su siti specializzati, quotidiani locali o passaparola.

Lavorare in equipe con altre figure come medici o fisioterapisti agevola il lavoro grazie al rapporto di fiducia già instaurato con i pazienti. Un’altra opzione praticabile è collaborare con palestre e centri benessere, occupandosi della stesura di piani alimentari personalizzati per gli utenti.

Gestire l’attività richiede anche competenze amministrative di base, come la tenuta della contabilità e la fatturazione dei compensi professionali. È necessario inoltre seguire costantemente le novità del settore attraverso corsi di aggiornamento periodici. Sapere come diventare nutrizionista significa quindi essere in grado di gestire efficacemente la propria attività dopo il conseguimento dei titoli di studio. Solo così sarà possibile garantire un servizio qualificato e sostenibile nel tempo.

 

We are a team of writers passionate about innovation and entrepreneur lifestyle. We are devoted to providing you the best insight into innovation trends and startups.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top of the month

Copyright © 2023 STARTUP INFO - Privacy Policy - Terms and Conditions - Sitemap - Advisor

ABOUT US : Startup.info is STARTUP'S HALL OF FAME

We are a global Innovative startup's magazine & competitions host. 12,000+ startups from 58 countries already took part in our competitions. STARTUP.INFO is the first collaborative magazine (write for us or submit a guest post) dedicated to the promotion of startups with more than 400 000+ unique visitors per month. Our objective : Make startup companies known to the global business ecosystem, journalists, investors and early adopters. Thousands of startups already were funded after pitching on startup.info.

Get in touch : Email : contact(a)startup.info - Phone: +33 7 69 49 25 08 - Address : 2 rue de la bourse 75002 Paris, France