Connect with us

Risorse

Come progettare la migliore email di benvenuto per i tuoi abbonati

logo startup info

Pubblicato

-

Icons on Cellphone Screen

La relazione con l’utente inizia nel momento in cui si iscrive al tuo sito web, è quindi fondamentale occuparci di alcuni dettagli. Uno dei più importanti è l’email di benvenuto; ovvero la prima email che l’azienda invierà.

È una parte essenziale della tua strategia di email marketing e, come puoi già immaginare, non puoi scrivere qualsiasi cosa.

In questo articolo ti forniremo alcune chiavi che ti aiuteranno nella sua realizzazione:

I migliori consigli per progettare una buona email di benvenuto per l’abbonato

  1.Determina il momento migliore per inviarla

Come indica il nome, l’email di benvenuto dovrebbe essere inviata nel momento in cui l’utente si registra (nello stesso momento in cui l’iscrizione è completata).

Questa email non può essere manuale, poiché sarebbe necessario un agente fisico disponibile 24 ore al giorno. Deve essere automatica e, a tal fine, dobbiamo abilitare gli strumenti più pertinenti.

Non è logico aspettare ore o giorni per inviare l’email. Pensa che più passa il tempo, maggiori sono le possibilità che l’utente si sia dimenticato dell’azienda.

  2.Trasmetti chiaramente l’immagine della marca

Con l’email di benvenuto perseguiamo diversi obiettivi, tra i più importanti c’è quello di rappresentare l’immagine del brand. Questo non può essere fatto in una maniera qualsiasi, si deve trasmettere l’entusiasmo da parte dell’azienda di dare il benvenuto ad un nuovo abbonato (che deve sentirsi speciale, non come uno in più).

Non dimenticare di aggiungere il suo nome; ovvero creare un’email personalizzata.

È necessario fornire un elemento di differenziazione in modo che l’abbonato non pensi che sia solo un’altra email da aggiungere alla propria raccolta.

  3.La brevità è molto importante

Tieni presente che l’utente dedicherà pochissimo tempo a qualsiasi email che riceverà dalla tua azienda (un paio di minuti, al massimo). Pertanto, se vuoi che la legga per intero, è importante che tu sia il più conciso possibile.

 

Inizia scrivendo un soggetto che vada al grano, che seduce ma che mantiene ciò che promette e che incoraggia l’abbonato ad aprire l’email.

Dovresti conservare un po’ di spazio ed aggiungere un CTA (Call To Action).

Potresti anche indicare alcuni dei vantaggi che l’utente riceverà per essere registrato sulla tua pagina.

  4.Offri informazioni di interesse

Siamo così abituati a ricevere SPAM nella nostra casella di posta elettronica che abbiamo paura di fornire le nostre informazioni personali ad un nuovo sito web.

Possiamo approfittare dell’email di benvenuto per chiarire i dubbi e fugare questa paura. Ad esempio, potresti utilizzare una frase per indicare la frequenza con cui l’azienda invierà le email.

È importante spiegare anche perché le email che saranno inviate sono interessanti e i vantaggi che riceverà se deciderà di leggerle.

Quello che vogliamo ottenere è che l’abbonato trovi davvero interessante e vantaggioso far parte della nostra lista.

  5.Indica i canali di contatto

Ci sono molte ragioni per cui l’utente potrebbe volerci contattare non appena riceve l’email di benvenuto, potrebbe, per esempio, volere maggiori informazioni e aiuto nel trovare una certa offerta. Potrebbe anche succedere che necessiti di contattarti più tardi.

Consigliamo quindi di indicare i diversi canali di contatto: il numero di telefono, l’indirizzo email, i social network, WhatsApp o qualsiasi altro mezzo.

Se l’usuario avrà mai bisogno di mettersi in contatto con te, troverà tutte le informazioni di cui ha bisogno in questa prima email.

  6.Includi un CTA interessante

Abbiamo già parlato della necessità di inserire una CTA nella mail di benvenuto, è una cosa così importante che dovrebbe avere un’intera sezione a lui dedicata.

Questo CTA rappresenta una sorta di incentivo che serve a ringraziare l’utente per averci fornito i suoi dati personali e per poter inviargli email in futuro. Potrebbe essere uno sconto, la possibilità di non dover pagare le spese di spedizione sul suo primo acquisto, ricevere contenuti scaricabili (come un libro digitale) o qualsiasi altro regalo.

Non è essenziale, ma potrebbe aiutarti più di quanto pensi a migliorare il rapporto con il tuo cliente.

  7.Studia esempi di altre emails di benvenuto

Sicuramente sei registrato in molte piattaforme di aziende rinomate. Dai un’occhiata all’email di benvenuto che hai ricevuto o crea un nuovo account per riceverla e studiarla.

Non si tratta di copiare, ma di avere un’email di successo di riferimento su cui basare la propria strategia. In questo modo, potrai fare tesoro di ciò che funziona e scartare ciò che no.

 

Ora sai come progettare la migliore email di benvenuto possibile per avere successo con la tua strategia di email marketing.

 

We are a team of writers passionate about innovation and entrepreneur lifestyle. We are devoted to providing you the best insight into innovation trends and startups.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top of the month