Connect with us

INNOVATORI VS COVID-19

Intervista a Gennaro Claps e Paolo Claps, i fratelli che hanno fondato la Startup Innovativa Comunica.Live

Comunica.Live è una Startup Innovativa che sviluppa servizi di comunicazione evoluta attraverso software e modalità operative proprietarie che consentono di ottimizzare molteplici aspetti delle telecomunicazioni aziendali.

Pubblicato

-

comunica live e1591559436873

Prima di tutto, come state, voi e le vostre famiglie in questo periodo di emergenza COVID-19?

“Per fortuna stiamo tutti bene. Le regioni Basilicata e Puglia dove viviamo e lavoriamo sono state colpite solo marginalmente dall’emergenza Covid, credo grazie anche al rigore con cui tutti ci siamo attenuti alle disposizioni del governo”.

Ci parlate di voi, della vostra carriera e di come nasce questa idea imprenditoriale ?

“Lavoriamo nel settore ICT dalla fine degli anni ’90. Abbiamo avuto la fortuna di vivere un ventennio durante il quale l’informatica e le telecomunicazioni hanno avuto una innovazione pressochè continua.

Comunica.Live è nata dalle nostre precedenti esperienze lavorative in cui abbiamo affiancato moltissime Imprese nella riorganizzazione dei loro sistemi e delle loro modalità di comunicazione.

Abbiamo pensato di fondare una startup innovativa che si potesse occupare in maniera verticale proprio di innovare le telecomunicazioni delle Imprese attraverso metodologie e strumenti (in particolar modo software) in grado di offrire una marcia in più ai nostri clienti”.

Come innova la vostra azienda?

“Sotto il nostro logo abbiamo voluto scrivere, in grande, ‘Innoviamo le telecomunicazioni della tua Impresa‘ perché la nostra mission è proprio quella di offrire ai nostri clienti, che sono Imprese di ogni dimensione, non solo – come fanno un pò tutti – l’ultimo software alla moda per fare videocall e cose simili, ma soprattutto una vera e propria riorganizzazione aziendale che parte dagli strumenti di comunicazione. L’interesse dei clienti, contrariamente a quello che si può credere, non è risparmiare il più possibile ma è rendere più efficiente la propria azienda. Migliorare il flusso della comunicazione in azienda, rendere più semplice il contatto da parte del cliente finale con le singole figure preposte a offrire informazioni e soluzioni è qualcosa di sempre più sentito da parte degli imprenditori. In questo momento ancora più del solito”.

In che modo la pandemia da COVID-19 colpisce la vostra attività e come state affrontando questa crisi?

“Sappiamo di essere in controtendenza perché nell’ultimo trimestre ci siamo ritrovati a lavorare (un pò in smart working ma in diversi casi anche in sede cliente) ancora più del solito. Abbiamo realizzato moltissimi collegamenti VPN tra le sedi aziendali e le abitazioni dei dipendenti e la nostra soluzione di ‘centralino in cloud‘ che consente di utilizzare il cellulare come interno del centralino aziendale ma anche di smistare verso un collega le chiamate ricevute sul proprio numero mobile è stata in molti casi una vera e propria ‘manna dal cielo’. Ad esempio ci siamo sentiti veramente orgogliosi nei primi giorni di Marzo quando abbiamo attivato una di queste soluzioni per la sede di Foggia di una importante multinazionale che – grazie al nostro intervento – ha potuto far lavorare da casa quaranta dipendenti, ma potremmo citare diversi altri casi in cui la nostra soluzione ha contribuito a far lavorare in sicurezza molte persone”.

Avete dovuto fare delle scelte difficili in questa situazione di emergenza ? E quali sono le lezioni apprese?

“La scelta più difficile è stata quella di recarci presso le sedi dei nostri clienti (muniti tanto di DPI quanto di autocertificazioni) per mettere in piedi le soluzioni che avrebbero consentito loro di lavorare da casa, ma che hanno costretto noi a lavorare in situazioni dove lo stress e l’emotività erano alle stelle. Affrontavamo un nemico invisibile del quale nessuno aveva ancora capito nulla… per fortuna tutto è andato bene.

La lezione che abbiamo appreso si può riassumere nel vecchio motto ‘non fare domani ciò che puoi fare oggi’: siamo arrivati allo ‘smart working per tutti‘ perché costretti da una pandemia e non per una scelta ragionata da parte degli imprenditori!”

Come gestite lo stress e l’ansia in questo periodo e come vi proiettate, voi stessi e la vostra azienda nel futuro?

“C’e’ ancora molta incertezza su cosa accadrà nei prossimi mesi / anni sia dal punto di vista sanitario che economico, e questa cosa ovviamente non consente di fare piani precisi per il futuro. Ma vogliamo essere positivi e pensare che il peggio sia passato e che ora dobbiamo tutti rimboccarci le maniche per costruire un futuro migliore”.

Chi sono i vostri competitor e come pensate di superare la concorrenza?

“I nostri competitor più importanti sono i grandi brand delle telecomunicazioni: loro hanno il potere di imporsi con molta forza sul mercato. Noi però abbiamo dalla nostra il contatto diretto con l’imprenditore e con i suoi collaboratori perché riteniamo che solo entrando nelle aziende e studiando davvero le loro esigenze si possono offrire loro le giuste soluzioni.

E nella corsa per superare la concorrenza non siamo assolutamente da soli! Al nostro fianco ci sono la Welcome Italia, l’operatore di telecomunicazioni nazionale che si occupa solo di Imprese, della quale siamo Gold Partner, mentre per la parte di sicurezza informatica siamo affiancati da Kaspersky, che non ha bisogno di presentazioni. Abbiamo poi altri trecento buoni alleati: i nostri clienti soddisfatti che serviamo in tutto il Sud Italia e che sono i nostri più grandi sponsor!”

Le vostre considerazioni finali su questa emergenza?

“Forse è presto per trarre delle conclusioni su quello che abbiamo attraversato così come è molto difficile immaginare cosa ci riservi il futuro prossimo. Come già detto ora è il momento di dare tutti il massimo e noi nel nostro piccolo ci stiamo già provando: abbiamo appena assunto un nuovo collaboratore, il quarto nel giro di due anni, e ci auguriamo di poter implementare il nostro organico di una o forse due altre unità entro la fine dell’anno. Speriamo che molte altre imprese abbiano la forza (anche di volontà e non solo economica) di fare lo stesso per poter dare una mano concreta alle famiglie che in questo momento sono in difficoltà”.

Il vostro sito Web ?

Il nostro sito, in perenne costruzione, è https://comunica.live , ma il luogo che racconta meglio ciò che siamo e ciò che facciamo probabilmente è la nostra pagina LinkedIn: www.linkedin.com/company/comunica-live/

 

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month