Connect with us

Notizie

IKEA per la tutela ambientale: Nei negozi si andrà solo a piedi e in bici

Nel negozio Ikea di Vienna si andrà solo a piedi o in bicicletta. Il parcheggio per le automobili è stato abolito.

Pubblicato

-

ikea building 1797405 e1582651937253

Il nuovo store costruito nel pieno centro della capitale austriaca, situato a pochi minuti dalla stazione della metropolitana e nei pressi di diverse fermate del tram, non avrà il parcheggio per i veicoli a motore, ci sarò posto solo per il parcheggio delle bici.

Pensato come simbolo dell’ecologico e della tutela ambientale, avrà anche un parco pubblico sul tetto e 160 alberi a decorare le facciate dell’edificio. Vienna, come altre città nel mondo, si sta adoperando per contrastare i cambiamenti climatici, investendo anche e soprattutto nell’impianto urbanistico ecosostenibile. Proprio come a Milano, per il Bosco Verticale situato nei pressi di piazza Gae Aulenti, il verde urbano ha l’obiettivo di ridurre le isole di calore soprattutto nei mesi estivi, quando il mix di caldo e inquinamento peggiora la qualità dell’aria.

La multinazionale svedese ha infatti in cantiere, una riconversione green dei propri negozi dove non ci sarà nessun parcheggio per automobili e ciclomotori vari, ma soltanto rastrelliere e molto spazio a disposizione per chi li raggiunge a piedi o con i mezzi pubblici.

Lo studio architettonico Querkraft è quello su cui si basa la costruzione dei nuovi store e che probabilmente permetterà la riconversione di quelli già esistenti. C’è stato chi ha motivato così la scelta:

«I posti auto non sono necessari: non esiste un prodotto che richieda l’utilizzo di una macchina per essere comprato».

Non sarà, infatti, un problema il trasporto della merce perché alla consegna a domicilio ci penserà l’azienda che dà massima disponibilità al progetto. Tantissime multinazionali si stanno adoperando per svoltare verso una produzione il cui impatto non sia dannoso per l’ambiente e sembrano non essere più indifferenti al grido d’allarme lanciato da migliaia di medici, esperti, associazioni e ragazzi che protestano in nome del futuro del pianeta.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month