Connect with us

Risorse

Inflazione: come difendere i propri risparmi

Pubblicato

-

Inflazione: come difendere i propri risparmi

Hai paura che l’inflazione possa intaccare i tuoi risparmi? Leggi i nostri consigli su come tutelare al meglio il tuo denaro. 

Cos’è l’inflazione?

L’inflazione è un aumento nel tempo del costo medio di beni e servizi. Il CPI  (Consumer Price Index) tiene traccia del costo di beni come benzina, cibo, vestiti e automobili nel tempo per misurare l’aumento complessivo del prezzo dei beni di consumo e dei servizi.

Domanda e offerta svolgono un ruolo importante nell’inflazione. I prezzi tendono ad aumentare quando la domanda di un bene o servizio aumenta o l’offerta per lo stesso bene o servizio diminuisce. Molti fattori influenzano l’offerta e la domanda a livello nazionale e internazionale, inclusi i costi dei beni e del lavoro, le tasse sul reddito e sui beni e la disponibilità di prestiti.

Quali sono le cause dell’inflazione?

I prezzi in graduale aumento associati all’inflazione possono essere causati principalmente da due fattori: inflazione trainata dalla domanda e inflazione spinta dai costi. Entrambi tornano ai principi economici fondamentali della domanda e dell’offerta.

Inflazione da domanda

L’inflazione da domanda si ha quando la domanda di beni o servizi aumenta ma l’offerta rimane la stessa, facendo salire i prezzi. In un’economia sana, le persone e le aziende guadagnano sempre di più. Questo crescente potere d’acquisto consente ai consumatori di acquistare più di quanto potevano prima, aumentando la concorrenza per i beni esistenti e aumentando i prezzi mentre le aziende tentano di aumentare la produzione. Su scala più piccola, l’inflazione trainata dalla domanda può essere causata dall’improvvisa popolarità di alcuni prodotti.

Inflazione spinta dai costi

L’inflazione spinta dai costi si ha quando l’offerta di beni o servizi è in qualche modo limitata ma la domanda rimane la stessa, facendo aumentare i prezzi. Di solito, una sorta di evento esterno, come un disastro naturale, ostacola la capacità delle aziende di produrre una quantità sufficiente di determinati beni per stare al passo con la domanda dei consumatori. Ciò consente loro di aumentare i prezzi, con conseguente inflazione.

Ad esempio, pensa ai prezzi del petrolio. Tutti hanno bisogno di una certa quantità di benzina per alimentare l’auto. Quando i trattati internazionali o i disastri riducono drasticamente l’offerta di petrolio, i prezzi del gas aumentano perché la domanda rimane relativamente stabile anche se l’offerta si riduce.

Determina il tuo tasso di inflazione personale

L’inflazione è generalmente misurata dall’indice dei prezzi al consumo (CPI) che misura la variazione media dei prezzi nel tempo per beni e servizi. Questo si basa sulle medie, tuttavia, e il tuo tasso di inflazione personale potrebbe essere diverso in base alle tue abitudini di spesa, ai tuoi risparmi e al tuo stile di vita. Prova a utilizzare un calcolatore di inflazione personale per determinare il tuo tasso, in modo da avere un’idea migliore del tuo punto di partenza.

Come tutelare i propri risparmi dall’inflazione 

Ecco qualche consiglio su come tutelare i propri risparmi dall’inflazione: 

Sposta i risparmi in azioni

Potresti avere del denaro da parte in un conto di risparmio. Dopotutto, è generalmente considerato saggio mettere da parte del denaro come fondo di emergenza. Tuttavia, potresti scoprire di avere più del necessario. In tal caso, valuta se potresti trasferire una parte di questo in investimenti con un migliore potenziale di crescita a lungo termine.

Storicamente, gli investimenti di gran lunga più efficaci per battere l’inflazione a lungo termine sono stati le azioni, ma devi essere certo che i tuoi investimenti aumenteranno e diminuiranno di valore.

Scegli i tuoi investimenti con saggezza

Ci sono molti investimenti che offrono il potenziale per rendimenti superiori all’inflazione, a condizione che tu sappia dove cercare. Potresti, ad esempio, considerare i fondi obbligazionari tra un portafoglio di investimenti che investono in titoli di debito emessi da governi e/o società che cercano di raccogliere liquidità. Le obbligazioni pagano un tasso di interesse fisso, noto come cedola, durante la loro vita e dovrebbero restituire il capitale originario alla scadenza. I fondi obbligazionari investono in molti titoli di debito diversi per distribuire il rischio. Un consulente finanziario può ideare un portafoglio che massimizza qualsiasi opportunità di investimento.

Investi in una casa

L’acquisto di una casa è sempre un buon investimento. I problemi si verificano quando l’unico obiettivo dell’acquirente è quello di speculare. Sebbene gli investitori immobiliari esperti siano in grado di trovare valori nascosti nelle proprietà, la persona media dovrebbe concentrarsi sull’acquisto di una casa con l’intento di possederla, anche se solo per pochi anni. Gli investimenti immobiliari in genere non generano un ritorno entro diversi mesi o settimane; richiedono un lungo periodo di attesa per aumentare i valori.

In qualità di acquirente di una casa, a meno che tu non paghi in contanti, è probabile che tu metta da parte dei soldi e accenda un prestito, noto come mutuo, per il resto del prezzo di acquisto. Esistono diversi tipi di mutuo – a tasso fisso e variabile sono i più comuni – ma il principio alla base è lo stesso. Paghi una piccola parte del capitale ogni mese finché non ti rimane la proprietà di un bene esente da debiti che dovrebbe continuare ad aumentare di valore nel tempo.

Se ottieni un mutuo a tasso fisso, finirai per ripagare il debito futuro con una valuta più economica se i tassi aumentano. Ma se le tariffe diminuiscono, sei comunque responsabile dell’importo fisso. È necessario prendere in considerazione vari fattori per determinare la migliore opzione di mutuo.

Come i terreni, i prezzi delle case tendono ad aumentare di valore in media su base annua. È vero che le bolle immobiliari sono di solito seguite da periodi correttivi, che a volte fanno perdere alle case oltre la metà del loro valore. Tuttavia, in media, i prezzi delle abitazioni tendono ad aumentare nel tempo, contrastando gli effetti dell’inflazione.

Investi in te stesso

Di gran lunga il miglior investimento che puoi fare per essere preparato per un futuro finanziario incerto è un investimento in te stesso.

Questo investimento inizia con un’istruzione di qualità e continua con l’aggiornamento delle competenze e l’apprendimento di nuove skills che corrisponderanno a quelle richieste in un futuro non troppo lontano. Essere in grado di stare al passo con le mutevoli esigenze di un’azienda può non solo aiutare a rendere il tuo stipendio a prova di inflazione, ma anche a proteggere la tua carriera dalla recessione.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Top of the month