Connect with us

Risorse

I 17 migliori investitori e aziende di venture capitalist che dovresti conoscere

Pubblicato

-

Venture Capital Firms

I venture capitalist, sia investitori che aziende, svolgono un ruolo significativo nell’ecosistema delle startup.

Una startup richiede finanziamenti per crescere e il capitale di rischio è una fonte di finanziamento. Tuttavia, il numero di investitori disposti a investire la propria fiducia e le proprie risorse in una nuova attività o in una piccola impresa è sempre stato un problema. Anche le banche considerano rischioso prestare denaro a queste imprese.

Tuttavia, gli investitori di venture capital e le aziende con una forte convinzione su una startup investono pesantemente e ottengono rendimenti fuori misura sui loro investimenti.

Ecco i 17 principali investitori e le aziende di venture capitalist che dovresti conoscere e cosa puoi imparare dalle principali startup di venture capital nel mondo.

I migliori investitori di venture capitalist

Alfred Lin

Alfred Lin ha ricoperto vari incarichi in diverse aziende. Lin ha lavorato presso Zappos.com come COO, CFO e presidente. In LinkExchange, ha ricoperto il ruolo di Vice President of Finance ed è entrato a far parte di Tellme Networks come Vice President of Finance and Business Development. Zappos e Tellme Networks sono stati entrambi acquistati da Microsoft.

Lin è un investitore americano di Sequoia Capital.

Bill Gurley

Bill Curley è classificato tra i migliori affaristi di tecnologia e compare nella Forbes Midas List. È stato partner di Hummer Winblad Venture partners prima di entrare a far parte della società di investimento della Silicon Valley, Benchmark nel 1999 come general partner.

Bill ha esperienza di analista di ricerca ed è stato considerato uno dei principali analisti tecnologici di Wall Street. Ciò lo ha aiutato a fungere da analista capo IPO di Amazon.com e organizzazioni sicure come Compaq, Dell e Microsoft.

Jeff Jordan

Jeff Jordan ha iniziato la sua carriera presso The Walt Disney Company e Hollywood Entertainment, dove ha ricoperto vari incarichi dirigenziali. È entrato a far parte di eBay North America come Senior VP e General Manager, dove ha guidato l’acquisizione di Half.com e PayPal da parte di eBay.

È entrato a far parte di PayPal come presidente tra il 2004 e il 2006. In seguito è diventato Presidente e CEO di OpenTable prima di entrare a far parte di Andreessen Horowitz come venture capitalist.

Josh Kopelman

Joshua Kopelman è posizionato tra i 20 VC a livello globale. È il fondatore di First Round Capital, una società di venture capital che ha guidato il seed round in Uber. Prima di First Round Capital, ha fondato Half.com che ha venduto a eBay nel 2000.

Lee Jared Fixel

Lee Jared Fixel è la forza dietro Spotify, Peleton e Stripe. A marzo, questo VC americano e specialista finanziario è entrato a far parte di Tiger Global, dove ha investito risorse in Internet e organizzazioni di programmazione nei mercati emergenti.

Ha investito in Flipkart, che in seguito Walmart ha acquistato, e ne è il consiglio di amministrazione dal 2018.

Matt Cohler

Fino al 2008 Matter Cohler ha lavorato come Vice President of Production Management di Facebook ed è l’attuale general partner di Benchmark. Ha svolto un ruolo chiave nell’acquisizione di Instagram da parte di Facebook nel 2012. Nel 2015 Forbes ha inserito Matt nella sua America’s 40 Richest Entrepreneurs Under 40 e nella Midas List 2012 dei migliori investitori tecnologici.

Mary Meeker

Mary Meeker ha lavorato con Morgan Stanley per quasi 20 anni. Nel 2010 Mary è entrata a far parte della società di finanziamento di venture Kleiner Perkins Caufield e Byers come partner. Forbes l’ha elencata come la 77esima donna più potente del pianeta.

Mary e altri venture capitalist di Kleiner Perkins sono partiti per lanciare un’altra società di venture capital, Bond, a metà del 2019.

Mike Volpi

Mike Volpi ha iniziato la sua carriera in Hewlett Packard, lavorando nei dipartimenti di marketing e ingegneria. È entrato in Cisco dopo aver completato il suo MBA, dove ha ricoperto diverse posizioni dirigenziali. È diventato Entrepreneur in Residence presso Sequoia Capital nel 2007 e insieme a Danny Rimer hanno co-fondato Index Venture nel 2009.

Neil Shen

All’inizio della sua carriera, Neil (Nanpeng) Shen ha lavorato con aziende come Citibank, Deutsche Bank, Lehman Brothers e banche di investimento a New York e Hong Kong. Tuttavia, si è dimesso dal lavoro a tempo pieno per avviare una società di viaggi Ctrip.com nel 1999. Ha anche co-fondato Home Inns, una rete di hotel, e oggi Neil è il managing partner fondatore di Sequoia Capital China.

Sameer Gandhi

Nel 2008 Sameer Gandhi è entrato in Accel, dove si è concentrato sulle organizzazioni di consumatori, software e servizi. Di conseguenza, ha guidato gli investimenti di Accel in CrowdStrike, DJI, Plex, Dropbox (DBX), Raise, Spotify (SPOT), Yapstone, Rylo e World View. Altre società erano Bonobos e Jet procurate da Walmart, Venmo procurate da PayPal/Braintree, Diapers.com procurate da Amazon e Dropcam procurate da Google.

Prima di Accel, ha collaborato con Sequoia Capital, dove ha guidato investimenti in aziende come Dropbox, Barracuda Networks, Trulia, Gracenote e Sourcefire.

Le migliori aziende di venture capital

Di seguito sono elencate alcune delle migliori società di Venture Capital con un rapporto investimento/uscita elevato.

Intel Capital

Questa è una divisione VC aziendale di Intel Corporation fondata nel 1991. Ha investito in aziende tecnologiche in Europa occidentale, Stati Uniti e Cina. Il suo obiettivo principale sono aree come la sicurezza del software, il 5G e le comunicazioni, l’intelligenza artificiale (AI), NextGen Compute, IoT e robotica e altro ancora.

Intel Capital ha oltre 1.300 investimenti ed è uscita in aziende come Schoology, Animoca Brands e MongoDB.

Intel ha un rapporto investimento/uscita del 28,5% e un tasso di successo dell’83% quando l’azienda funge da investitore principale.

Bessemer Venture

L’azienda VC basata sul silicio è stata fondata nel 1974 e ha uffici a Boston, Israele e India. Bessemer Venture ha quasi 910 investimenti ed è uscito con successo nel 197.

L’industria siderurgica era il suo obiettivo principale quando è iniziata, ma si è diversificata per i settori dei consumatori, delle imprese e della sanità. È uscito con successo da Shopify, Dynamic Yield (comunicazione AI) e Twilio.

Bessemer Venture ha un rapporto tra investimenti e uscite del 21,65% e ha guidato solo il 34% dell’intero portafoglio di investimenti.

Kleiner Perkins

L’azienda VC è stata fondata nel 1972 e inizialmente ha investito in società di software e hardware. Tuttavia, Kleiner Perkins ha diversificato il proprio portafoglio in settori quali biotecnologia, sanità, software aziendale, Internet e dispositivi mobili.

Un altro cambiamento è che l’azienda è passata dall’investire in aziende nella loro fase avanzata di crescita alle startup anche nella loro fase iniziale. Ad oggi Kleiner ha effettuato 1.100 investimenti, di cui 240 hanno raggiunto la fase di IPO. È uscito con successo da Uber, Twitter, Beyond Meat e Peloton, tra gli altri.

Kleiner Perkins ha un rapporto investimento/uscita del 21,13% e un tasso di successo del 79% quando l’azienda agisce come investitore principale.

NEA

L’azienda VC con sede nel Maryland è stata fondata nel 1977 e ha uffici in India, Cina, Boston, Baltimora, San Francisco e New York. Il suo obiettivo principale è il settore della tecnologia e della sanità, dove ha investito dalle fasi iniziali alle fasi IPO.

NEA ha effettuato oltre 1600 investimenti, di cui 333 sono uscite di successo. Alcuni di questi sono Onshape, Workday, Uber e altri.

NEA ha un rapporto investimento/uscita del 20,96% e un tasso di successo del 57,41% quando l’azienda funge da investitore principale

Accel

L’azienda VC è stata fondata nel 1983 e ha uffici in India, Cina, Londra e California. Accel investe nelle fasi iniziali e di crescita delle tecnologie mobili, di Internet, del software consumer e delle società di software aziendale. Ad oggi, Accel ha accumulato 1.350 investimenti ed è uscita con successo su 280.

Alcuni di questi investimenti di successo sono CrowdStrike, Facebook, i marchi Animoca e altri. Accel ha un rapporto investimento/uscita del 20,77% e un tasso di successo del 55,56% quando l’azienda funge da investitore principale.

Sequoia Capital

La società di venture capital è stata fondata nel 1972. Il suo obiettivo principale sono le fasi di crescita precoce o tardiva delle aziende mobili, Internet, energetiche, finanziarie e sanitarie.

Sequoia ha 1.275 investimenti, di cui 365 con successo. Alcune delle sue uscite sono ServiceNow, Instagram e NVIDIA, tra le altre.

Sequoia Capital ha un rapporto investimento/uscita del 20,71% e un tasso di successo del 63% quando l’azienda funge da investitore principale.

Khosla Ventures

Vinod Khosla ha fondato Khosla Ventures nel 2004 e ha quasi 700 investimenti, di cui 96 hanno raggiunto la fase di IPO. La sua principale area di interesse è l’industria del software in Cina e negli Stati Uniti. Big Switch Networks, Okta e Square, sono alcune delle sue uscite redditizie.

Khosla Ventures ha un rapporto investimento/uscita del 13,8%

Cosa possono imparare i fondatori di startup dai 5 migliori VC

Il principio di Pareto viene utilizzato per determinare i rendimenti VC. Cioè, l’80% delle vincite VC deriva solo dal 20% delle offerte. In considerazione di ciò, gli investitori e le aziende di venture capitalist investono in start-up e piccole imprese, sapendo che lungo la strada dovranno accettare molte perdite per ottenere le vittorie.

Di seguito sono riportati alcuni dei maggiori investimenti in VC da cui puoi imparare.

WhatsApp

L’acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook nel 2014 a $ 22 miliardi è stata la più grande acquisizione privata. Sequoia Capital era allora l’unico investitore di venture capital in WhatsApp e la sua acquisizione da parte di Facebook ha trasformato l’investimento del VC da $ 60 milioni a $ 3 miliardi.

Sequoia e WhatsApp avevano una strategia diversa; quindi, invece di portare ulteriori investitori per convalidare il loro investimento, il VC era l’unico investitore. Era convinta che WhatsApp avesse un futuro brillante, quindi l’azienda VC ha investito i suoi fondi e ha ottenuto una quota maggiore di proprietà, quindi i rendimenti elevati.

Facebook

Facebook ha avuto un’IPO da $ 168. Accel Partners e Breyer Capital sono stati i suoi primi investitori prima che altri VC iniziassero ad affollarsi. Nel 2010, Accel ha venduto azioni per un valore di $ 500 milioni e ha avuto $ 9 miliardi nel 2012 quando Facebook è diventato pubblico. Accel era fiducioso del futuro di Facebook e oggi la piattaforma di social media ha oltre 2 miliardi di utenti attivi e anche la sua crescita esponenziale iniziale è stata impressionante.

Alibaba

L’IPO di Alibaba è stata la più grande mai registrata per aver venduto azioni per un valore di 22 miliardi di dollari. Nel 2000, SoftBank ha ottenuto il 34% dello stack di Alibaba dopo aver investito $ 20 milioni. Quando il fondatore di Softbank, Masayoshi Son, ha investito, l’azienda era un modello pre-reddito e pre-business. Tuttavia, sapeva che Internet avrebbe presto trasformato la Cina come ha fatto con gli Stati Uniti e il Giappone.

Così ha scelto Jack Ma, un imprenditore cinese di Internet, e ha investito nella sua azienda. L’IPO di Alibaba gli ha conferito una capitalizzazione di mercato di $ 231 miliardi e la quota di SoftBank è stata valutata sopra $ 60 miliardi. Il successo di Alibaba ha segnalato un enorme potenziale di mercato e oggi molti imprenditori stanno lottando per ottenere una fetta della torta.

Dropbox

La startup di file sharing ha avuto la sua IPO da 12,78 miliardi di dollari nel marzo 2018, rendendola l’azienda tecnologica più preziosa a livello globale.

Sequoia Capital ha realizzato un ritorno di $ 2 miliardi sul suo investimento da Dropbox al momento dell’uscita. La lezione che i fondatori possono trarre da questo investimento è che dovrebbero avere una startup promettente nel loro tribunale per raccogliere ricompense fuori misura.

Come WhatsApp, Sequoia ha tenuto altri investitori fuori da Dropbox bloccando una notevole quantità di azioni. Altri investitori che si sono uniti alla startup in ritardo hanno trovato una fetta più piccola della torta.

Spotify

Creandum, una piccola società di venture capital con sede in Svezia, ha investito 4,5 milioni di dollari e ha ottenuto una partecipazione di circa il 6% in Spotify. Spotify, con sede a Stoccolma, è passato da una semplice startup sconosciuta a un servizio di streaming musicale on-demand globale.

All’epoca in cui Creandum stava investendo in Spotify, molti investitori consideravano l’industria musicale un’impresa rischiosa, o che aveva scarsi ritorni. Tuttavia, quando Spotify ha sviluppato la sua app mobile, ha collaborato con Nokia, la sua funzionalità era impeccabile e gli investitori hanno iniziato a raggiungerla.

Il Creandum ha ottenuto $ 370 milioni al momento dell’uscita, e ora Spotify è la startup più preziosa d’Europa.

Conclusione

Gli investitori e le imprese di Venture Capitalist sono un’ottima fonte di capitale per le startup e le piccole imprese. Aziende come WhatsApp, Facebook, Alibaba, Dropbox, Spotify e altre hanno beneficiato degli investimenti in VC.

D’altra parte, gli investitori e le imprese di venture capital hanno realizzato ritorni fuori misura sugli investimenti quando investono nelle prime fasi delle startup. Alcuni hanno bloccato altri investitori, ottenendo così un grande stack in queste startup e un enorme ritorno quando escono.

Pertanto, i VC conducono molte ricerche prima di investire i loro fondi, si impegnano a seguire e hanno una forte convinzione.

Informazione pubblicitaria
Clicca qui per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter


Informazione pubblicitaria

Top of the month